Vini, cantine e disciplinari dei vini italiani

Ti trovi in:   Home > Blog – Mitterberg Igt

Loading

Blog

 

Mitterberg Igt

23.11.2015

DISCIPLINARE DI PRODUZIONE DEI VINI AD INDICAZIONE GEOGRAFICA
TIPICA "MITTERBERG"


Approvato con DM 03.11.1995 GU 284 – 05.12.1995
Modificato con DM 05.10.2010 GU 245 -19.10.2010
Modificato con DM 30.11.2011 GU 295 – 20.12.2011
Pubblicato sul sito ufficiale del Mipaaf
Sezione Qualità e Sicurezza Vini DOP e IGP
Modificato con DM 23.09.2013 Pubblicato sul sito ufficiale del Mipaaf
Sezione Qualità e Sicurezza Vini DOP e IGP
Modificato con DM 07.03.2014 Pubblicato sul sito ufficiale del Mipaaf
Sezione Qualità e Sicurezza Vini DOP e IGP


Articolo 1
Denominazione e vini
L'indicazione geografica tipica "Mitterberg" è riservata ai mosti e ai vini che rispondono alle
condizioni ed ai requisiti in appresso indicati.


Articolo 2
Base ampelografica
I vini ad indicazione geografica tipica "Mitterberg" bianco, rosso e rosato devono essere
ottenuti da uve provenienti da vigneti composti, nell'ambito aziendale, da uno o più vitigni a
frutto di colore analogo (per il rosato, anche a bacca nera),classificati idonei alla coltivazione
o in osservazione per la provincia di Bolzano ed iscritti nel Registro Nazionale delle varietà di
vite per uve da vino, approvato con D.M. 7 maggio 2004 e successivi aggiornamenti, riportati
nell'allegato 1 del presente disciplinare.
L'indicazione geografica tipica "Mitterberg", con la specificazione di uno dei vitigni di cui al
precedente comma è riservata ai mosti e ai vini, anche nella tipologia frizzante, ottenuti da
uve provenienti da vigneti composti, nell'ambito aziendale, per almeno l´85% del
corrispondente vitigno. Possono concorrere, da sole o congiuntamente, alla produzione dei
mosti e vini sopra indicati, le uve dei vitigni a bacca di colore analogo, e classificato idoneo
alla coltivazione o in osservazione per la provincia di Bolzano, fino ad un massimo del 15%.
Per i vini ad indicazione geografica tipica "Mitterberg" è consentito il riferimento ai nomi di
due vitigni indicati nel presente articolo, a condizione che il vino prodotto derivi al 100% dai
vitigni indicati e che il vitigno che concorra in quantità minore rispetto all'altro, sia presente
in percentuale superiore al 15%. I vini ad indicazione geografica tipica "Mitterberg", con la
specificazione di uno o due dei vitigni sopra indicati, possono essere prodotti anche nella
tipologia frizzante.


Articolo 3
Zona di produzione delle uve
La zona di produzione delle uve atte a produrre i vini ad indicazione geografica tipica
"Mitterberg", comprende l'intero territorio amministrativo della provincia di Bolzano.


Articolo 4
Norme per la viticoltura
La produzione massima di uva per ettaro di vigneto in coltura specializzata, nell'ambito
aziendale, non deve essere superiore per i vini ad indicazione geografica tipica "Mitterberg"
bianco, rosso e rosato a tonnellate 19 ed a tonnellate 18 per le tipologie con la specificazione
di vitigno. Le uve destinate alla produzione dei vini ad indicazione geografica tipica
"Mitterberg", seguita o meno dal riferimento ad uno o a due vitigni, devono assicurare ai vini
un titolo alcolometrico volumico naturale minimo di 10%. Le uve destinate alla produzione
della tipologia frizzante possono, in deroga, assicurare un titolo alcolometrico volumico
naturale minimo inferiore dello 0,5% vol.


Articolo 5
Norme per la vinificazione
Le operazioni di vinificazione devono avvenire all'interno del territorio della provincia di
Bolzano. Nella vinificazione sono ammesse soltanto le pratiche atte a conferire ai vini le
proprie peculiari caratteristiche.
La resa massima dell'uva in vino finito, pronto per il consumo, non deve essere superiore all'
80%, per tutti i tipi di vino, tranne per i vini passiti la cui resa non deve essere superiore al
60%. È consentito nella misura massima del volume del 15% il taglio dei mosti e dei vini di
cui all'art. 2, con mosti e vini di eguale colore ottenuti da uve di vigneti provenienti da altre
zone di produzione, in conformità alle norme comunitarie e nazionali.


Articolo 6
Caratteristiche al consumo
I vini di cui all'art. 1 all'atto dell'immissione al consumo devono rispondere alle seguenti
caratteristiche:
«Mitterberg Bianco»:
colore: giallo paglierino;
odore: gradevole, fruttato, talvolta anche aromatico;
sapore: pieno, armonico, gradevole;
titolo alcolometrico volumico totale minimo: 10,00% vol.;
acidita' totale minima: 3,5 g/l;
estratto non riduttore minimo: 15,0 g/l.
«Mitterberg» con la menzione di uno o più vitigni a bacca bianca:
colore: caratteristico del vitigno di provenienza;
odore: gradevole, delicato, caratteristico del vitigno di provenienza;
sapore: pieno, armonico, caratteristico del o dei vitigni di provenienza;
titolo alcolometrico volumico totale minimo: 10,00% vol.;
acidita' totale minima: 3,5 g/l;
estratto non riduttore minimo: 15,0 g/l.
«Mitterberg» con la menzione di uno o più vitigni a bacca rossa:
colore: da rosso rubino chiaro a intenso fino a granato carico, caratteristico del vitigno
di provenienza;
odore: gradevole, caratteristico del vitigno di provenienza;
sapore: morbido, gradevole, pieno, armonico, caratteristico del o dei vitigni di
provenienza;
titolo alcolometrico volumico totale minimo: 10,00% vol.;
acidita' totale minima: 3,5 g/l;
estratto non riduttore minimo: 16,0 g/l.
«Mitterberg rosso»:
colore: da rosso rubino chiaro a intenso fino a granato carico;
odore: gradevole, delicato;
sapore: morbido, gradevole, pieno, armonico;
titolo alcolometrico volumico totale minimo: 10,00% vol.;
acidita' totale minima: 3,5 g/l;
estratto non riduttore minimo: 16,0 g/l.
«Mitterberg rosato» senza o con la menzione di uno o più vitigni:
colore: rosato;
odore: delicato, gradevole, caratteristico del vitigno di provenienza;
sapore: non molto di corpo, armonico, elegante, fresco, caratteristico del o dei vitigni di
provenienza;
titolo alcolometrico volumico totale minimo: 10,00% vol.;
acidita' totale minima: 3,5 g/l;
estratto non riduttore minimo: 15,0 g/l.
«Mitterberg frizzante», senza o con la menzione di uno o più vitigni
spuma: sottile, persistente;
colore: caratteristico del vitigno di provenienza;
profumo: delicato, gradevole, fruttato, caratteristico del vitigno di provenienza;
sapore: secco o amabile, armonico, caratteristico del o dei vitigni di provenienza;
titolo alcolometrico volumico totale minimo: 10,00% vol;
acidità totale minima: 3,5 g/l;
estratto non riduttore minimo: 15,0 g/l.
«Mitterberg novello», senza o con la menzione di uno o più vitigni
colore: caratteristico del vitigno di provenienza;
odore: fruttato, gradevole, delicato, caratteristico del vitigno di provenienza;
sapore: armonico, elegante, fresco, caratteristico del o dei vitigni di provenienza;
titolo alcolometrico volumico totale minimo: 1 1,00% vol.;
acidita' totale minima: 3,5 g/l;
estratto non riduttore minimo: 16,0 g/l.
«Mitterberg passito», senza o con la menzione di uno o più vitigni
colore: caratteristico del vitigno di provenienza;
odore: gradevole, delicato, caratteristico;
sapore: amabile o dolce, pieno, armonico, caratteristico del o dei vitigni di provenienza;
titolo alcolometrico volumico totale minimo: 14,00% vol. di cui effettivo almeno 7,00%
vol.;
acidita' totale minima: 3,5 g/l;
estratto non riduttore minimo: 20,0 g/l.
Tutti i vini di cui all'art. 6, possono presentare il caratteristico sapore di legno se invecchiati in
botti di legno.
E' facolta' del Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali modificare i limiti sopra
indicati per l'acidita' totale e l'estratto non riduttore minimo.


Articolo 7
Designazione e presentazione
Alla indicazione geografica tipica "Mitterberg" è vietata l´aggiunta di qualsiasi qualificazione
diversa da quelle previste nel presente disciplinare di produzione, ivi compresi gli aggettivi
riserva, extra, fine, scelto, selezionato, superiore, vendemmia tardiva e similari. È tuttavia
consentito l´uso di indicazioni che facciano riferimento a nomi, ragioni sociali e marchi
privati purché non abbiano significato laudativo e non siano tali da trarre in inganno il
consumatore.
L'indicazione geografica tipica "Mitterberg" può essere utilizzata come ricaduta per i vini
ottenuti da uve prodotte da vigneti, coltivati nell'ambito del territorio delimitato nel
precedente art. 3, ed iscritti nello schedario viticolo per le corrispondenti denominazioni di
origine, a condizione che i vini per i quali si intende utilizzare la indicazione geografica tipica
di cui trattasi, abbiano i requisiti previsti per una o più delle tipologie di cui al presente
disciplinare.


Articolo 8
Legame con l'ambiente geografico
A) Informazioni sulla zona geografica.
Fattori naturali rilevanti per il legame.
La zona geografica delimitate comprende gran parte del territorio della Provincia di Bolzano
idoneo alla produzione di vini previsti nel presente disciplinare di produzione. La zona di
produzione per il vino IGP Mitterberg è privilegiato dalle vaste zone collinari mirabilmente
esposte e dalle caratteristiche del suolo che favoriscono in modo determinante una produzione
di livello qualitativo molto alto. Le caratteristiche morfologiche estremamente varie del
territorio di produzione creano una molteplicità di microambienti, sia per quanto riguarda la
composizione dei terreni, sia per le condizioni climatiche spesso diverse da zona a zona, che
permettono la coltivazione di numerosi vitigni, autoctoni e alloctoni. Protetto a nord dalla
catena alpina dai venti artici e dal clima freddo atlantico, la zona di produzione si apre a sud
all'influsso del caldo benefico proveniente dal Meditteraneo, che si spinge fino all'interno
della Val Venosta e della Valle Isarco.
Il clima continentale secco, con inverni freddi ed estate calde, le costanti correnti d'aria che
percorrono le vallate impedendo all'umidità di stagnare, e una forte escursione termica fra il
giorno e la notte nel periodo prima della vendemmia, che favorisce la formazione di eleganti
profumi, creano presupposti ideali per la viticoltura e per un'elevata qualità dell'uva. Non
meno importante la composizione del suolo, costituito da terreni porosi e permeabili in
prevalenza calcarei ricchi di sedimenti fluvial e morenici dell'era glaciale, la buona
distributzione delle precipitazioni nell'arco dell'anno, e una media annua di 1.800 ore di
insolazione abbinate a una temperature media di 18° nel periodo dello sviluppo vegetativo.
Fattori umani rilevanti per il legame
La gran parte del territorio della Provincia è, per caratteristiche morfologiche, zona di
produzione di uve ottime. Oltre 5000 produttori sono iscritti allo schedario, segno evidente
della volontà di favorire una produzione di altissima qualità di qualsiasi prodotto (sia per i
prodotti della DOP, sia quelli all'IGP).
E' necessario sottolineare che, nel corso degli ultimi anni, i vini IGP hanno raggiunto una
certa importanza a livello produttivo nella ricerca per giungere una qualità più elevata e a
livello commerciale, in particolare sul mercato locale. La produzione di tali prodotti è dovuta
granparte, sia a scelte commerciali, sia all'impossibilità di rientrare nei disciplinari dei DOP.
Nel rispettare le richieste del mercato diversi produttori pongono in vendita anche dei prodotti
IGP "Mitterberg" in particolare con la specificazione dei vitigni Pinot Bianco e Schiava in
rapporto qualità/prezzo molto competitivo.
B) Informazioni sulla qualità o sulle caratteristiche del prodotto essenzialmente o
esclusivamente attribuibili all'ambiente geografico.
Il territorio vitivinicolo della zona di produzione si presenta oggi al mercato con un'immagine
di unità e dinamismo, in grado di affermare e promuovere l'alto valore aggiunto di tutta la sua
produzione.
I vini di cui al presente diciplinare di produzione presentano, dal punto di vista analitico ed
organolettico caratteristiche molto evidenti e peculiari, descritte all' art. 6, che ne permettono
una chiara individuazione e tipicizzazione legata all'ambiente geografico.
C) Descrizione dell'interazione causale fra gli elementi di cui alla lettera A) e quelli
di cui alla lettera B).
L'orografia collinare del territorio di produzione e l'esposizione prevalente dei vigneti
localizzati in zone particolarmente vocate alla coltivazione della vite, concorrono a
determinare un ambiente adeguatamente ventilato, luminoso, favorevole all'espletamente di
tutte le funzioni vegeto-produttive della pianta.
Nella scelta delle aree di produzione vengono privilegiati i terreni con buona esposizione
adatti ad una viticoltura di qualità.
Nel raggio di nemmeno quaranta chilometri l'Alto Adige è un'antologia di paesaggi e zone
climatiche che non potrebbero essere più eterogenee, proprio come i vini che vi si producono.
I vignaioli di questa terra hanno imparato da secoli a far Tesoro di questa varietà, facendo
emergere l'unicità di ogni appezzamento in sapori inconfondibili. È da questo spirit che
scaturiscono vini di carattere e prestigio, capaci di esprimere al meglio le pecularità della loro
origine.


Articolo 9
Riferimenti alla struttura di controllo
Nome e Indirizzo: Camera di Commercio, Industria, Artigianato ed Agricoltura di Bolzano
Via Alto Adige, 60
39100 Bolzano
Telefono 0471 945519
Fax 0471 945540
E-mail: agri@camcom.bz.it
La C.C.I.A.A. di Bolzano è l'Autorità pubblica designata dal Ministero delle politiche
agricole alimentari e forestali, ai sensi dell'articolo 13 del decreto legislativo n. 61/2010
(Allegato 2) che effettua la verifica annuale del rispetto delle disposizioni del presente
disciplinare, conformemente all'articolo 25, par. 1, 1° capoverso, lettera b) e c), ed
all'articolo 26, par. 1, del Reg. CE n. 607/2009, per i prodotti beneficianti della IGP,
mediante una metodologia dei controlli combinata (sistematica ed a campione) nell'arco
dell'intera filiera produttiva (viticoltura, elaborazione, confezionamento), conformemente al
citato articolo 25, par. 1, 2° capoverso.
In particolare, tale verifica è espletata nel rispetto di un predeterminato piano dei controlli,
approvato dal Ministero, conforme al modello approvato con il DM 14 giugno 2012,
pubblicato in G.U. n. 150 del 29.06.2012 (Allegato 3).

 


PROPONI LA NOTIZIA

OkNotizie     

 

Immagini e/o testi possono essere tratti dal web. In nessun caso i testi riportati sostituiscono i documenti ufficiali


 

 


NOVITA

NOVITA

NOVITA

Inizio pagina |Tv15 è un sito amatoriale creato da appassionati dei vini italiani. Pertanto i riferimenti riguardanti le informazioni riportatesono tratte principalmente dal web. Per errori o informazioni incomplete Vi preghiamo di darcene comunicazione per modificarle non appena possibile | Note legali | Powered by CMSimple_XH |