Vini, cantine e disciplinari dei vini italiani

Ti trovi in:   Home page

Home page           Le ultime newsLE ULTIME NEWS        

Montasio Dop

15.07.16

La denominazione di origine «Montasio » e' riservata al formaggio a pasta dura, cotto, prodotto esclusivamente con latte di vacca, di media e lunga stagionatura, di forma cilindrica a scalzo dritto, con facce piane o leggermente convesse.

  Leggi tutto »

Consorzio di Tutela Aglianico del Vulture

13.07.16

Conferma dell'incarico al Consorzio di tutela Aglianico del Vulture a svolgere le funzioni di tutela, promozione, valorizzazione, informazione del consumatore e cura generale degli interessi di cui all'art. 17, comma 1 e 4, del decreto legislativo 8 aprile 2010, n. 61 per la DOCG «Aglianico del Vulture Superiore» e per la DOC «Aglianico del Vulture».

  Leggi tutto »

Gorgonzola

13.07.16

Approvazione delle modifiche allo statuto del Consorzio per la tutela del formaggio Gorgonzola.

  Leggi tutto »

Bitto e Valtellina Casera

13.07.16

Gazzetta n. 161 del 12 luglio 2016 MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI DECRETO 15 giugno 2016 Approvazione delle modifiche allo statuto del Consorzio per la tutela dei formaggi Valtellina Casera e Bitto.

  Leggi tutto »

Associazione Produttori Tonnieri del Tirreno societa' cooperativa

13.07.16

Estensione del riconoscimento a favore dell'organizzazione di produttori della pesca «Associazione Produttori Tonnieri del Tirreno societa' cooperativa» in Salerno.

  Leggi tutto »

Cooperativa Pescatori Progresso s.c.r.l.

13.07.16

Revoca del riconoscimento della organizzazione di produttori della pesca «Cooperativa Pescatori Progresso s.c.r.l.» in San Benedetto del Tronto.

  Leggi tutto »

Terre di Siena

09.07.16

Conferma dell'incarico al Consorzio per la tutela dell'olio extravergine di oliva Terre di Siena DOP a svolgere le funzioni di cui all'articolo 14, comma 15, della legge 21 dicembre 1999, n. 526, per la DOP «Terre di Siena»

  Leggi tutto »

Vulture Dop

07.07.16

Designazione della "Camera di Commercio Industria Artigianato ed Agricoltura di Potenza" quale autorità pubblica incaricata ad effettuare i controlli per la denominazione protetta "Vulture" riferita all'olio extra vergine di oliva, registrata in ambito Unione europea.

  Leggi tutto »

Alto Crotonese Dop

07.07.16

Autorizzazione all'organismo denominato "Suolo e Salute Srl" ad effettuare i controlli per la denominazione protetta "Alto Crotonese" riferita all'olio extra vergine di oliva, registrata in ambito Unione europea

  Leggi tutto »

Consorzio Tutela del Lambrusco di Modena

07.07.16

Autorizzazione al Consorzio Tutela del Lambrusco di Modena, in Modena, per consentire l'etichettatura transitoria dei vini DOC «Modena» o «di Modena», ai sensi dell'articolo 72 del Reg. (CE) n. 607/2009 e dell'articolo 13 del decreto 7 novembre 2012, nei riguardi delle produzioni ottenute in conformita' alla proposta di modifica del relativo disciplinare di cui al provvedimento 29 agosto 2014.

  Leggi tutto »

Consorzio di tutela vini del Reno DOC

07.07.16

Autorizzazione al Consorzio di Tutela Vini del Reno DOC, con sede in Castelfranco Emilia, per consentire l'etichettatura transitoria dei vini DOC «Reno», ai sensi dell'articolo 72 del regolamento (CE) n. 607/2009 e dell'articolo 13 del decreto 7 novembre 2012, nei riguardi delle produzioni ottenute in conformita' alla proposta di modifica del relativo disciplinare di cui al provvedimento 29 agosto 2014.

  Leggi tutto »

Consorzio tutela vini Emilia

07.07.16

Autorizzazione al Consorzio tutela vini Emilia, in Modena, per consentire l'etichettatura transitoria dei vini IGT «Emilia» o «dell'Emilia», ai sensi dell'articolo 72 del regolamento (CE) n. 607/2009 e dell'articolo 13 del decreto 7 novembre 2012, nei riguardi delle produzioni ottenute in conformita' alla proposta di modifica del relativo disciplinare di cui al provvedimento 29 agosto 2014.

  Leggi tutto »

Consorzio Vini di Romagna

07.07.16

Autorizzazione all'Ente tutela vini di Romagna, in Faenza, per consentire l'etichettatura transitoria dei vini DOC «Colli d'Imola», ai sensi dell'articolo 72 del regolamento (CE) n. 607/2009 e dell'articolo 13 del decreto 7 novembre 2012, nei riguardi delle produzioni ottenute in conformita' alla proposta di modifica del relativo disciplinare, di cui al provvedimento 29 agosto 2014.

  Leggi tutto »

Squacquerone di Romagna Dop

07.07.16

Proposta di modifica del disciplinare di produzione della denominazione di origine protetta «Squacquerone di Romagna».

  Leggi tutto »

Kiwi di Latina Igp

05.07.16

Riconoscimento del Consorzio di Tutela Kiwi di Latina IGP e attribuzione dell'incarico di svolgere le funzioni di cui all'art. 14, comma 15, della legge 21 dicembre 1999, n. 526, per la IGP «Kiwi di Latina»

  Leggi tutto »

Consorzi di tutela prodotti Dop - Igp

05.07.16

Elenco aggiornato dei Consorzi di tutela e promozione dei prodotti agroalimentari italiani tutelati in ambito mondiale Dop Igp

  Leggi tutto »

Abbacchio Romano Igp

04.07.16

La nascita, l'allevamento degli agnelli da latte e le operazioni di macellazione dello "Abbacchio Romano" devono avvenire in tutto il territorio della Regione Lazio

  Leggi tutto »

Bitto Dop

04.07.16

La zona di provenienza del latte destinato alla trasformazione, di produzione e di stagionatura del formaggio "Bitto", comprende l'intero territorio della provincia di Sondrio, gli alpeggi dei territori limitrofi dei seguenti comuni dell'Alta Valle Brembana in provincia di Bergamo: Averara, Carona, Cusio, Foppolo, Mezzoldo, Piazzatorre, Santa Brigida, Valleve e gli alpeggi denominati Varrone, Artino e Lareggio dei territori limitrofi nei comuni di Introbio e Premana in provincia di Lecco.

  Leggi tutto »

Prodotti dop igp

04.07.16

Elenco aggiornato di tutti i prodotti italiani Dop e Igp

  Leggi tutto »

Abruzzo

27.06.16

Elenco dei Prodotti Agroalimentari Tradizionali (PAT) in Abruzzo

  Leggi tutto »

Lison Doc riduzione dell'estratto non riduttore minimo

25.06.16

Riduzione dell'estratto non riduttore minimo dei vini a denominazione di origine controllata e garantita «Lison», limitatamente alla campagna vendemmiale 2015/2016

  Leggi tutto »

CSQA Certificazioni Srl autorizzazione per olio extravergine di oliva DOP Umbria

25.06.16

Autorizzazione all'organismo denominato "CSQA Certificazioni Srl" ad effettuare i controlli per la denominazione di origine protetta "Umbria", registrata in ambito Unione europea

  Leggi tutto »

ICEA Istituto per la certificazione etica e ambientale autorizzazione per Limone di Rocca Imperiale Igp

25.06.16

Autorizzazione all'organismo denominato "ICEA - Istituto per la certificazione etica e ambientale" ad effettuare i controlli per la indicazione geografica protetta "Limone di Rocca Imperiale", registrata in ambito Unione europea

  Leggi tutto »

Piave Doc riduzione dell'estratto non riduttore minimo

25.06.16

Riduzione dell'estratto non riduttore minimo dei vini a denominazione di origine controllata «Piave», per le tipologie «Manzoni bianco» e «Verduzzo», limitatamente alla campagna vendemmiale 2015/2016

  Leggi tutto »

Scheda tecnica del Brandy italiano

25.06.16

Modifica del decreto 1° agosto 2011, recante disposizioni in materia di "Attuazione dell'articolo 17 del regolamento (CE) n. 110/2008 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 15 gennaio 2008, concernente la definizione, la designazione, la presentazione, l'etichettatura e la protezione delle indicazioni geografiche delle bevande spiritose - Scheda tecnica del «Brandy italiano»"

  Leggi tutto »

Lison-Pramaggiore riduzione estratto non riduttore minimo

25.06.16

Riduzione dell'estratto non riduttore minimo dei vini a denominazione di origine controllata «Lison-Pramaggiore», per le tipologie «Bianco», «Sauvignon», «Chardonnay» e «Verduzzo», limitatamente alla campagna vendemmiale 2015/2016

  Leggi tutto »

Crudo di Cuneo Dop

25.06.16

Modifica minore del disciplinare di produzione della denominazione «Crudo di Cuneo» registrata in qualita' di denominazione di origine protetta in forza al regolamento (UE) n. 1239 del 15 dicembre 2009

  Leggi tutto »

Regione Puglia

25.06.16

Elenco dei laboratori autorizzati al rilascio dei certificati di analisi nel settore vitivinicolo nella Regione Puglia: CREA, S.A.MER., Lachimer, BonassisaLab Srl, Multilab, Agro.Biolab Laboratory Srl, Chemiservice S.r.l., CRFSA, Ambientale Srl

  Leggi tutto »

Consorzio di Tutela della DOC Prosecco

25.06.16

Approvazione delle modifiche allo statuto del Consorzio di tutela della denominazione di origine controllata Prosecco

  Leggi tutto »

Festival d'Estate Franciacorta 2016

21.06.16

Musica, happening, mostre, degustazioni, in un crescendo che avrà il suo clou nel weekend del 25 e 26 giugno con il FESTIVAL FRANCIACORTA D'ESTATE, organizzato dalla Strada del Franciacorta. Una grande festa che avrà come protagonisti vini e prodotti, vignaioli e chef che, insieme, contribuiscono a rendere unico questo straordinario territorio, amatissimo dagli enoturisti italiani e stranieri.

  Leggi tutto »

Consorzio per la tutela dei vini DOC Castel del Monte

21.06.16

DECRETO 23 maggio 2016. Sospensione dell'incarico a svolgere le funzioni di tutela, promozione, valorizzazione, informazione del consumatore e cura generale degli interessi di cui all'art. 17, comma 1 e 4, del decreto legislativo 8 aprile 2010, n. 61 conferito con decreto 22 novembre 2012 e confermato ed integrato con decreto 23 dicembre 2015 al Consorzio per la tutela dei vini DOC Castel del Monte per le DOCG «Castel del Monte Bombino Nero» e «Castel del Monte Nero di Troia Riserva» e «Castel del Monte Rosso Riserva» e per la DOC «Castel del Monte»

  Leggi tutto »

Consorzio Montenetto

21.06.16

Conferma dell'incarico al Consorzio Montenetto, in Brescia, a svolgere le funzioni di tutela, promozione, valorizzazione, informazione del consumatore e cura generale degli interessi, di cui all'articolo 17, comma 1, del decreto legislativo 8 aprile 2010, n. 61, per la DOC «Capriano del Colle»

  Leggi tutto »

Consorzio Vino Chianti Colli Fiorentini

21.06.16

Conferma dell'incarico al Consorzio Chianti Colli Fiorentini, in Impruneta, a svolgere le funzioni di tutela, promozione, valorizzazione, informazione del consumatore e cura generale degli interessi, di cui all'articolo 17, comma 1, del decreto legislativo 8 aprile 2010, n. 61, per la DOC «Vin Santo del Chianti» sottozona Colli Fiorentini e per la DOCG «Chianti» sottozona Colli Fiorentini

  Leggi tutto »

Consorzio Botticino

21.06.16

Conferma dell'incarico al Consorzio Botticino, in Brescia, a svolgere le funzioni di tutela, promozione, valorizzazione, informazione del consumatore e cura generale degli interessi, di cui all'articolo 17, comma 1, del decreto legislativo 8 aprile 2010, n. 61, per la DOC «Botticino»

  Leggi tutto »

Consorzio di tutela dei Vini Doc di Orvieto

21.06.16

Approvazione delle modifiche allo statuto del Consorzio volontario per la tutela dei vini a denominazione di origine controllata «Orvieto»

  Leggi tutto »

Mirto di Sardegna

21.06.16

Modifica del decreto 2 luglio 2013, di "Attuazione dell'articolo 17 del regolamento (CE) n. 110/2008 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 15 gennaio 2008, concernente la definizione, la designazione, la presentazione, l'etichettatura e la protezione delle indicazioni geografiche delle bevande spiritose - Scheda tecnica del «Mirto di Sardegna»".

  Leggi tutto »

Nocino di Modena

21.06.16

Modifica del decreto 10 giugno 2014, di "Attuazione dell'articolo 17 del regolamento (CE) n. 110/2008 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 15 gennaio 2008, concernente la definizione, la designazione, la presentazione, l'etichettatura e la protezione delle indicazioni geografiche delle bevande spiritose - Scheda tecnica del «Nocino di Modena»

  Leggi tutto »

Liquore di Limone della Costa d'Amalfi o Liquore di Limone Costa d'Amalfi

21.06.16

Modifica del decreto 2 settembre 2014, di "Attuazione dell'articolo 17 del regolamento (CE) n. 110/2008 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 15 gennaio 2008, concernente la definizione, la designazione, la presentazione, l'etichettatura e la protezione delle indicazioni geografiche delle bevande spiritose - Scheda tecnica del «Liquore di Limone della Costa d'Amalfi» o «Liquore di Limone Costa d'Amalfi»

  Leggi tutto »

Liquore di limone di Sorrento

21.06.16

Modifica del decreto 12 novembre 2012, di "Attuazione dell'articolo 17 del regolamento (CE) n. 110/2008 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 15 gennaio 2008, concernente la definizione, la designazione, la presentazione, l'etichettatura e la protezione delle indicazioni geografiche delle bevande spiritose - Scheda tecnica del «Liquore di limone di Sorrento»"

  Leggi tutto »

Consorzio di tutela Barolo Barbaresco Alba Langhe e Roero

21.06.16

Approvazione delle modifiche allo statuto del Consorzio di tutela Barolo Barbaresco Alba Langhe e Dogliani

  Leggi tutto »

Consorzio Garda DOC

21.06.16

Riconoscimento del Consorzio Garda DOC e attribuzione dell'incarico a svolgere le funzioni di tutela, promozione, valorizzazione, informazione del consumatore e cura generale degli interessi di cui all'art. 17, comma 1 e 4, del decreto legislativo 8 aprile 2010, n. 61 per la DOC «Garda»

  Leggi tutto »

Salmerino del Trentino Igp

21.06.16

Autorizzazione all'organismo denominato "CSQA Certificazioni Srl" ad effettuare i controlli per la indicazione geografica protetta "Salmerino del Trentino", registrata in ambito Unione europea

  Leggi tutto »

Regione Abruzzo

15.06.16

Laboratori analisi vini nella Regione Abruzzo

  Leggi tutto »

Regione Lombardia

15.06.16

Laboratori analisi vini nella Regione Lombardia

  Leggi tutto »

Regione Liguria

15.06.16

Laboratori analisi vini nella Regione Liguria

  Leggi tutto »

Regione Piemonte

15.06.16

Elenco aggiornato dei laboratori di analisi vini della Regione Piemonte autorizzati da Mipaaf

  Leggi tutto »

Regione Veneto

15.06.16

Elenco aggiornato dei laboratori di analisi vini della Regione Veneto autorizzati da Mipaaf

  Leggi tutto »

Autorizzazione etichettatura transitoria dei vini DOC Colli di Faenza 2016

15.06.16

Autorizzazione all'Ente tutela vini di Romagna, in Faenza, per consentire l'etichettatura transitoria dei vini DOC «Colli di Faenza», ai sensi dell'articolo 72 del reg. (CE) n. 607/2009 e dell'articolo 13 del decreto 7 novembre 2012, nei riguardi delle produzioni ottenute in conformita' alla proposta di modifica del relativo disciplinare di cui al provvedimento 22 marzo 2016.

  Leggi tutto »

I francobolli dedicati al Vino Docg e Vinitaly 2016

15.06.16

Emissione, nell'anno 2016, di francobolli ordinari appartenenti alla serie tematica «le Eccellenze del sistema produttivo ed economico» dedicati alle eccellenze enogastronomiche italiane - il Vino DOCG e VINITALY, nei valori di euro 0,95.

  Leggi tutto »

Limite minimo estratto non riduttore dei vini a Denominazione di Origine Controllata Lison-Pramaggiore 2015 2016

14.06.16

Il limite minimo dell'estratto non riduttore dei vini a Denominazione di Origine Controllata Lison-Pramaggiore previsto all'articolo 6 del disciplinare di produzione, così come da ultimo modificato con il DM 7 marzo 2014 richiamato in premessa, per le produzioni derivanti dalla sola campagna vitivinicola 201 5/2016, è ridotto da 20,0 g/l a 18,0 g/l per le tipologie Bianco, Sauvignon e Chardonnay e da 18,0 g/l a 16,0 g/l per la tipologia Verduzzo

  Leggi tutto »

Limite minimo dell'estratto non riduttore dei vini a Denominazione di Origine Controllata e Garantita Lison 2015 2016

14.06.16

Il limite minimo dell'estratto non riduttore dei vini a Denominazione di Origine Controllata e Garantita Lison previsto all'articolo 6 del disciplinare di produzione, così come da ultimo modificato con il DM 7 marzo 2014 richiamato in premessa, per le produzioni derivanti dalla sola campagna vitivinicola 201 5/2016, è ridotto da 20,0 g/l a 18,0 g/l per le tipologie Lison e Lison Classico

  Leggi tutto »

Prosciutto di San Daniele

14.06.16

Approvazione delle modifiche allo statuto del Consorzio del Prosciutto di San Daniele.

  Leggi tutto »

Scheda tecnica della Grappa di Barolo

14.06.16

Scheda tecnica della Grappa di Barolo. La denominazione «Grappa di Barolo» e' riservata esclusivamente all'acquavite di vinaccia ottenuta dalla distillazione diretta di materie prime provenienti dalla vinificazione delle uve atte a produrre il vino a denominazione d'origine Barolo DOCG nel rispetto del suo disciplinare, elaborata ed imbottigliata in impianti situati nella Regione Piemonte.

  Leggi tutto »

Radicchio Variegato di Castelfranco Igp

09.06.16

Disciplinre di produzione. Hanno titolo di venir qualificate con l'I.G.P. in questione le produzioni di radicchio variegato esclusivamente prodotte, trasformate e confezionate entro i territori delle province di Treviso, Padova e Venezia di seguito specificate, da conduttori di adatti terreni annualmente investiti in tale coltivazione.

  Leggi tutto »

Marrone del Mugello Igp

09.06.16

I castagneti da frutto destinati alla produzione del "Marrone del Mugello" devono trovarsi in condizioni ambientali e devono essere condotti con tecniche colturali tali da conferire al prodotto le specifiche caratteristiche di qualità. Sono da considerarsi idonei i castagneti ubicati da 300 a 900 metri s.l.m. su terreni aventi giacitura, esposizione, e caratteristiche pedologiche adatte.

  Leggi tutto »

Domanda di registrazione dell'olio extravergine di oliva Igp Sicilia

09.06.16

Olio Igp SiciliaPubblicata la domanda di registrazione per l'olio extravergine di oliva Igp Sicilia

Il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali rende noto che è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale dell'Unione Europea la domanda di registrazione dell'olio extravergine di oliva Igp Sicilia.

  Leggi tutto »

Consorzio di tutela della IGP Cipolla Rossa di Tropea Calabria

09.06.16

Approvazione delle modifiche al testo dello statuto del Consorzio di tutela della IGP Cipolla Rossa di Tropea Calabria, registrato a Vibo Valentia il 22 aprile 2016 al n. 1410 Serie IT - iscritto alla CCIAA di Vibo Valentia il 22 aprile 2016 al n. 2383 - recante il numero di repertorio 611 ed il numero di raccolta 486, con atto a firma del Notaio Sabrina Marino

  Leggi tutto »

Consorzio di tutela Aceto Balsamico Tradizionale di Modena DOP

07.06.16

Conferma dell'incarico al Consorzio di tutela Aceto Balsamico Tradizionale di Modena DOP a svolgere le funzioni di cui all'articolo 14, comma 15, della legge 21 dicembre 1999, n. 526, per la DOP «Aceto Balsamico Tradizionale di Modena».

  Leggi tutto »

Promozione dei vini veneti nei paesi extra Ue

07.06.16

Al via i bandi per la promozione dei vini veneti nei paesi extraeuropei: la Giunta regionale del Veneto ha approvato beneficiari e criteri per i progetti di promozione dei vini nei mercati dei paesi 'terzi' per la campagna 2016-2017, impegnando complessivamente 12,3 milioni di euro. Il 26 giugno scadono i termini per la presentazione dei progetti multiregionali, mentre il 30 giugno è fissato il termine per i progetti regionali. Vi possono accedere i singoli produttori, i consorzi dei vini a denominazione d'origine, l'Unione regionale dei consorzi e le associazioni provinciali dei consorzi di tutela o le associazioni temporanee di imprese.

  Leggi tutto »

Melannurca Campana Igp

05.06.16

Modifica minore del disciplinare di produzione della denominazione «Melannurca Campana» registrata in qualita' di indicazione geografica protetta in forza al regolamento (CE) n. 417 del 10 marzo 2006.

  Leggi tutto »

Quartirolo Lombardo Dop

05.06.16

Proposta di modifica del disciplinare di produzione della denominazione di origine protetta «Quartirolo Lombardo»

  Leggi tutto »

Consorzio di tutela dell'olio extra vergine di oliva DOP Umbria

05.06.16

Conferma dell'incarico al Consorzio di tutela dell'olio extra vergine di oliva DOP Umbria a svolgere le funzioni di cui all'art. 14, comma 15, della legge 21 dicembre 1999, n. 526 per la DOP «Umbria».

  Leggi tutto »

Consorzio tutela aceto balsamico tradizionale di Reggio Emilia DOP

05.06.16

Conferma dell'incarico al Consorzio tutela aceto balsamico tradizionale di Reggio Emilia DOP a svolgere le funzioni di cui all'art. 14, comma 15, della legge 21 dicembre 1999, n. 526 per la DOP «Aceto Balsamico Tradizionale di Reggio Emilia».

  Leggi tutto »

Consorzio tutela vini Oltrepo' Pavese

05.06.16

Modifica del decreto 5 novembre 2012 e ss.mm.ii. e attribuzione dell'incarico al Consorzio tutela vini Oltrepo' Pavese a svolgere le funzioni di tutela, promozione, valorizzazione, informazione del consumatore e cura generale degli interessi di cui all'art. 17, comma 1 e 4, del decreto legislativo 8 aprile 2010, n. 61 per la DOCG «Oltrepo' Pavese Metodo Classico», per le DOC «Bonarda dell'Oltrepo' Pavese», «Oltrepo' Pavese», «Oltrepo' Pavese Pinot Grigio», «Sangue di Giuda dell'Oltrepo' Pavese o Sangue di Giuda», e dell'incarico al Consorzio tutela Vini Oltrepo' Pavese a svolgere le funzioni di cui all'art. 17, comma 1 del decreto legislativo 8 aprile 2010, n. 61 per la DOC «Pinot nero dell'Oltrepo' Pavese» e per l'IGT «Provincia di Pavia».

  Leggi tutto »

Consorzio vini DOC Ciro' e Melissa

05.06.16

Integrazione dell'incarico al Consorzio per la tutela e la valorizzazione dei vini DOC Ciro' e Melissa a svolgere le funzioni di tutela, promozione, valorizzazione, informazione del consumatore e cura generale degli interessi di cui all'art. 17, comma 1 e 4, del decreto legislativo 8 aprile 2010, n. 61 per la DOC «Melissa»

  Leggi tutto »

Vulture olio evo Dop

05.06.16

Modifica minore del disciplinare di produzione della denominazione «Vulture» registrata in qualita' di denominazione di origine protetta in forza al regolamento (UE) n. 21 dell'11 gennaio 2012. L'olio extravergine di oliva «Vulture» DOP e' ottenuto dalla frangitura delle olive delle seguenti varieta': per almeno il 60% cultivar «Ogliarola del Vulture»; possono concorrere altresi' le seguenti varieta'; «Coratina», «Cima di Melfi», «Palmarola», «Provenzale», «Leccino», «Frantoio», «Cannellino», «Rotondella», «Nocellara», «Laudolia», in misura non superiore al 40%, da sole o congiuntamente.

  Leggi tutto »

Forlì Igt

05.06.16

La zona di produzione delle uve per l'ottenimento dei vini e dei mosti di uve parzialmente fermentati designati con la Indicazione Geografica Tipica «Forli'» comprende l'intero territorio amministrativo della provincia di Forli'/Cesena, nella regione Emilia-Romagna

  Leggi tutto »

Montefalco Doc

30.05.16

Proposta di modifica del disciplinare di produzione dei vini a denominazione di origine controllata «Montefalco». La zona geografica di produzione del Montefalco ricade in provincia di Perugia al centro dell'Umbria, e abbraccia l'intero territorio comunale di Montefalco e parte dei comuni di Bevagna, Giano dell'Umbria, Gualdo Cattaneo e Castel Ritaldi. Si tratta di un areale produttivo molto piccolo con terreni che digradano dolcemente lungo i profili collinari che portano la fascia altimetrica di coltivazione dai 200 m. s.l.m. ai 472 dei rilievi collinari piu' elevati presidiati da antichi borghi medievali. La pendenza degli appezzamenti vitati e l'esposizione generale e' variabile, tanto da creare un ampio ventaglio di microclimi e condizioni di coltivazione.

  Leggi tutto »

Trentino Doc

30.05.16

Proposta di modifica del disciplinare di produzione dei vini a denominazione di origine controllata «Trentino». La zona delimitata per la produzione del vino D.O.C. «Trentino»/«Trentino Superiore» comprende 72 Comuni viticoli della provincia di Trento ubicati nella Valle dell'Adige, nella Valle di Cembra, nella Vallagarina, nella Valle del Sarca, nella Valsugana e nelle Valli Giudicarie. La zona copre un'area vitata di considerevole estensione (circa 7.500 ettari) e comprende le principali zone viticole della provincia. La zona in questione e' cointeressata anche ad altre denominazioni, ma la D.O.C. «Trentino»/«Trentino Superiore» rappresenta la principale per superficie vitata interessata.

  Leggi tutto »

Ravenna Igt

30.05.16

Proposta di modifica del disciplinare di produzione dei vini ad indicazione geografica tipica «Ravenna». La indicazione geografica tipica «Ravenna» e' riservata ai seguenti vini: rossi, anche nelle tipologie vivace, frizzante, novello, passito (categoria Vino) e mosto di uve parzialmente fermentato; bianchi, anche nella tipologia vivace, frizzante, spumante e mosto di uve parzialmente fermentato; rosati, anche nella tipologia vivace, frizzante, spumante e mosto di uve parzialmente fermentato.

  Leggi tutto »

Rubicone Igt

30.05.16

Proposta di modifica del disciplinare di produzione dei vini ad indicazione geografica tipica «Rubicone». I vini e i mosti di uve parzialmente fermentati a indicazione geografica tipica «Rubicone» bianchi, rossi e rosati devono essere ottenuti da uve provenienti da vigneti composti, nell'ambito aziendale, da uno o piu' vitigni idonei alla coltivazione per la regione Emilia-Romagna, iscritti nel registro nazionale delle varieta' di vite per uve da vino approvato con decreto ministeriale 7 maggio 2004, e successivi aggiornamenti, riportati nell'allegato 1 del disciplinare.

  Leggi tutto »

Vastedda della valle del Belice Dop

25.05.16

Conferma dell'incarico al Consorzio di tutela della Vastedda della Valle del Belice a svolgere le funzioni di cui all'art. 14, comma 15, della legge 21 dicembre 1999, n. 526 per la DOP «Vastedda della Valle del Belice».

  Leggi tutto »

Patata del Fucino Igp

25.05.16

Iscrizione della denominazione «Patata del Fucino» nel registro delle denominazioni di origine protette e delle indicazioni geografiche protette.

  Leggi tutto »

Olio extravergine di oliva Sabina DOP

25.05.16

Conferma dell'incarico al Consorzio per la tutela e valorizzazione dell'olio a denominazione di origine protetta della Sabina a svolgere le funzioni di cui all'art. 14, comma 15, della legge 21 dicembre 1999, n. 526 per la DOP «Sabina».

  Leggi tutto »

Registri vitivinicoli

21.05.16

Registri vitivinicoliRegistri vitivinicoli : proroga del periodo di sperimentazione al 31 dicembre 2016

Il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali rende noto che il Ministro Maurizio Martina ha firmato oggi il Decreto con cui si dispone la proroga della fase di sperimentazione per la digitalizzazione dei Registri vitivinicoli al 31 dicembre 2016.

  Leggi tutto »

79a Mostra dei vini del Trentino

20.05.16

mostra vini trentinole Aziende in mostra
Abate Nero
Agraria Riva del Garda
Altemasi di Cavit
Bailoni 
Bolognani
Borgo dei Posseri
Cantina di Aldeno
Cantina d\'Isera
Cantina di La-Vis e Valle di Cembra
Cantina Mori
Colli Zugna
Cantina Rotaliana di Mezzolombardo
Cantina Roverè della Luna
Aichholz
Cantina Sociale di Avio
Cantina Sociale di Trento
Cantina Toblino
Cantine Ferrari
Cantine Monfort
Cavit
CEMBRA cantina di montagna
Cembrani DOC
Cesarini Sforza Spumanti
Concilio
Donati Marco
Endrizzi
Endrizzi Elio e F.lli
Fondazione Edmund Mach
Gaierhof
Grigoletti
Laste Rosse
Letrari
Maso ai Dossi
Maso Poli
Mezzacorona
Opera

  Leggi tutto »

Coppa di Parma Igp

15.05.16


Art.2
Descrizione del Prodotto
coppa-di-parma-docAll'atto dell'immissione al consumo la "Coppa di Parma" IGP si presenta di forma cilindrica
non schiacciata. Le dimensioni variano da 25 a 40 cm circa di lunghezza, e il peso non
deve essere inferiore a 1.3 Kg. Al taglio la fetta non deve presentare parti grasse di colore
giallo o molle, indici di cattiva maturazione, non debbono essere presenti muffe all'interno.
La "Coppa di Parma" IGP presenta inoltre le seguenti caratteristiche:
1. Organolettiche:
- Sapore tipico di un prodotto carneo con sufficiente degradazione proteolitica sulla parte
magra e lipolitica nella parte grassa, dovute ad una buona stagionatura, non presenta
sapori estranei di acido fenico, farina di pesce o altro, ed ha un giusto grado di sapidità;
- Odore e profumo di una gradevole fragranza caratteristica del prodotto, rilevanti
mediante steccatura con osso di cavallo sulle parti grasse e non su quelle magre, vicino
alla vena principale;
-

  Leggi tutto »

Colli di Parma Doc

15.05.16

PROPOSTA DI MODIFICA DEL DISCIPLINARE DI PRODUZIONE DEI VINI A DENOMINAZIONE DI ORIGINE CONTROLLATA "COLLI DI PARMA".
colli-di-parma-docL'articolo 3 del disciplinare di produzione della Denominazione di Origine Controllata dei vini
"Colli di Parma" è così come segue:
Articolo 3
Zona di produzione delle uve
La zona di produzione delle uve atte alla preparazione dei vini a denominazione di origine controllata "Colli di Parma" comprende il territorio collinare della provincia di Parma, includendo in parte il territorio amministrativo dei comuni di: Sala Baganza, Calestano, Collecchio, Felino, Fidenza, Fornovo di Taro, Langhirano, Lesignano dè Bagni, Medesano, Neviano degli Arduini, Noceto, Salsomaggiore Terme, Terenzo, Traversetolo e Varano dè Melegari.
Tale zona è così delimitata:
partendo dal ponte sul torrente Enza, che identifica il confine tra le province di Parma e di Reggio Emilia, in prossimità del centro abitato di S. Polo d'Enza in Caviano sulla strada per Traversetolo, il limite segue tale strada in direzione ovest fino a raggiungere Traversetolo

  Leggi tutto »

Friuli Doc proposta modifica disciplinare

15.05.16

friuli-docPROPOSTA DI DISCIPLINARE DI PRODUZIONE DEI VINI A DENOMINAZIONE DI ORIGINE CONTROLLATA "FRIULI" O "FRIULI VENEZIA GIULIA" - IN LINGUA SLOVENA) «FURLANIJA» O « FURLANIJA JULIJSKA KRAJINA»


Articolo 1
Denominazione e vini
La denominazione di origine controllata «Friuli» o «Friuli Venezia Giulia» (in lingua slovena «Furlanija» o «Furlanija Julijska krajina») è riservata ai vini che rispondono alle condizioni ed ai requisiti stabiliti dal presente disciplinare di produzione per le seguenti tipologie:
Bianco;
Spumante (categoria V.S.);
Spumante Metodo Classico;
Ribolla gialla Spumante (categoria V.S.);
Ribolla gialla Spumante metodo classico;
Chardonnay;

  Leggi tutto »

Io bevo così

15.05.16

io bevo cosiIo Bevo Così - Rassegna di eccellenze enogastronomiche
Domenica 22 Maggio e Lunedì 23 Maggio 2016 – Villa Sommi Picenardi - Olgiate Molgora (LC)
La rassegna dedicata alle eccellenze naturali e di territorio, giunta alla terza edizione, è in programma domenica 22 e lunedì 23 Maggio 2016 a Olgiate Molgora (LC), nella splendida cornice di Villa Sommi Picenardi, all'interno in uno dei 100 parchi più belli d'Italia. Protagonisti della due giorni saranno 350 vini naturali e di territorio in degustazione, provenienti da Italia, Francia e per la prima volta anche dalla Grecia.

  Leggi tutto »

Anghiò 2016 a San Benedetto del Tronto

15.05.16

Anghiò 2016Anghiò torna in Riviera!
Dall'8 al 17 Luglio San Benedetto del Tronto ospita la settima edizione del Festival del Pesce Azzurro 
A San Benedetto del Tronto la bella stagione porterà non solo la tintarella e i bagni nel Mare Adriatico, ma anche la settima edizione di Anghiò, atteso e amato Festival del Pesce Azzurro che ancora una volta darà al suo pubblico la possibilità di una vera e propria full immersion nella tradizione della cucina marinara italiana.

  Leggi tutto »

Bresaola della Valtellina Igp

15.05.16

Bresaola Valtellina Igp

IGP "Bresaola della Valtellina" La «Bresaola della Valtellina» viene elaborata nella tradizionale zona di produzione che comprende l'intero territorio della provincia di Sondrio.

  Leggi tutto »

 

 

Menfi Doc27.06.2016

Adeguamento del decreto 10 ottobre 2014 di autorizzazione all'etichettatura transitoria dei vini DOC «Menfi» alle disposizioni del decreto 23 dicembre 2015. 

Anghiò 2016 a San Benedetto del Tronto11.05.2016

Anghiò 2016Anghiò torna in Riviera!
Dall'8 al 17 Luglio San Benedetto del Tronto ospita la settima edizione del Festival del Pesce Azzurro 
A San Benedetto del Tronto la bella stagione porterà non solo la tintarella e i bagni nel Mare Adriatico, ma anche la settima edizione di Anghiò, atteso e amato Festival del Pesce Azzurro che ancora una volta darà al suo pubblico la possibilità di una vera e propria full immersion nella tradizione della cucina marinara italiana.

Pomodoro di Pachino Igp30.04.2016

pomodoro di pachinoDesignazione dell' "Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Sicilia A.Mirri" quale autorità pubblica incaricata ad effettuare i controlli per la indicazione geografica protetta"Pomodoro di Pachino", registrata in ambito Unione europea

La patata del Fucino e' diventata Igp29.04.2016

patata del fucinoLa denominazione «Patata del Fucino» designa i tuberi maturi della specie Solanum tuberosum della famiglia delle Solanacee, ottenuti con tuberi semi di varietà di patate iscritte nel catalogo comune delle varietà di piante agricole.
I tuberi presentano dimensioni (Calibro) maggiore di 35 mm e non superiore agli 80 mm e sono di forma dal tondo al tondo-ovale, ovale, ovale allungata.

Fiori e vini 2016 a Carignano23.04.2016

fiori e vini Sono molte le novità che caratterizzano l'edizione 2016 di Fiori e Vini, la tradizionale rassegna di primavera in programma a Carignano sabato 7 e domenica 8 maggio. La mostra-mercato è organizzata dal Comitato Manifestazioni, in collaborazione con l'Amministrazione, e si propone di promuovere i prodotti del territorio nell'ambito enogastronomico e florovivaistico.

XIV edizione della Mostra Nazionale dei Vini Passiti e da Meditazione21.04.2016

Mostra-Nazionale-dei-Vini-Passiti-e-da-Meditazione23-24 e 25 Aprile 2016 MOSTRA NAZIONALE DEI VINI PASSITI E DA MEDITAZIONE
Degustazioni guidate e assaggi a palazzo Gonzaga di Volta Mantovana (MN).
Ospite d'eccezione la nazione con la tradizione vinicola più antica del mondo: la Georgia.

I successi del Vinitaly19.04.2016

VinitalyVinitaly: oltre 80% della produzione europea rappresentata al primo "european forum of wine producing countries"
Martina: grande occasione diplomatica per il futuro del settore
Il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali rende noto che si è svolto oggi a Verona presso il Vinitaly il primo "European Forum of wine producing countries", organizzato dal Mipaaf. Il Forum, presieduto dal Ministro Maurizio Martina e dal Vice Ministro Andrea Olivero, ha visto la partecipazione di Ministri e delegati da Francia, Portogallo, Spagna, Slovenia, Ungheria, Grecia insieme a Paolo De Castro in rappresentanza del Parlamento europeo.

Orcia Wine Festival 201619.04.2016

Val d'orciaSi tratta di una mostra mercato dei vini della Val d'Orcia ideata e organizzata dal Comune di San Quirico d'Orcia nelle meravigliose sale settecentesche di Palazzo Chigi. All'interno della mostra viene dato spazio a degustazioni tecniche guidate, banco d'assaggio di vini e prodotti tipici, oltre alla possibilità per gli eno-turisti di visitare direttamente le cantine.

La piadina igp si produce solo in Romagna18.04.2016

piadina romagnolaLa certificazione IGP della Piadina Romagnola a tutela del prodotto e della Romagna. È di questi giorni la prima pronuncia giurisprudenziale favorevole al Consorzio di Promozione e Tutela della Piadina Romagnola ottenuta dalle Sezioni Specializzate in materia di Impresa grazie all'intervento di un proprio consorziato Riccione Srl, assistito dall'avvocato Filippo Casanti.
Come è noto, la denominazione Piadina Romagnola è tutelata come IGP (Indicazione Geografica Protetta) il cui utilizzo è riservato esclusivamente agli operatori romagnoli, purché seguano attentamente il disciplinare di produzione e si sottopongano ai controlli dell'Ente di Controllo nominato dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali.

 

Vinitaly fino al 13 aprile 201609.04.2016

vinitaly 2016La manifestazione dal 10 al 13 aprile 2016 a Veronafiere
INNOVAZIONE È LA PAROLA CHIAVE DI VINITALY 2016
La cinquantesima edizione del Salone Internazionale del Vino e dei Distillati vetrina e piazza di discussione sull'evoluzione e sugli obiettivi futuri del settore, visti attraverso i vini delle 4.100 cantine espositrici, le richieste dei buyer provenienti da 140 Paesi e le proposte di mezzi tecnici e servizi di Enolitech.

Testo unico del vino07.04.2016

Testo unico del vino approvato in commissione alla camera.
Martina: strumento fondamentale per semplificare la vita alle imprese

Etichetta dell'anno 2016 al Vinitaly29.03.2016

vinitaly02-01oroLa giuria del 20° Concorso Internazionale Packaging di Vinitaly ha assegnato il 24 marzo a Verona l'"Etichetta dell'anno 2016" al vino "Asolo Prosecco Spumante Brut 2015" dell'az. Agr. Rech Simone di Monfuno in provincia di Treviso. La Cantina dei Colli Ripani di Ripatransone in provincia di Ascoli Piceno vince il premio speciale "Packaging 2016", mentre il premio speciale "Immagine coordinata 2016" è stato attribuito alla Az. Agr. Francesco D'Alessandro di Ortona in provincia di Chieti.

Prodotti Dop e Igp italiani26.03.2016

Prodotti europa DOP . PDO

Prodotti Dop e Igp, Martina: primato Italia conferma distintività modello agroalimentare. Puntiamo su organizzazione e internazionalizzazione

"Il primato del nostro Paese nel settore dei prodotti di qualità certificata conferma la distintività del nostro modello agroalimentare. Una leadership fatta dall'unione tra territori, tradizione, passione ed eccellenza. Un modello garantito anche dall'efficiente sistema dei controlli e riconosciuto all'estero.

Operativo il piano olivicolo Italiano24.03.2016

Incremento della produzione nazionale di olive e di olio extravergine di oliva, senza accrescere la pressione sulle risorse naturali, in modo particolare sulla risorsa idrica, attraverso la razionalizzazione della coltivazione degli oliveti tradizionali, il rinnovamento degli impianti e l'introduzione di nuovi sistemi colturali in grado di conciliare la sostenibilità ambientale con quella economica

Vinitaly and the City23.03.2016

vinitaly-50VINITALY AND THE CITY: LA MAGIA DI VINITALY NEL CUORE DI VERONA
QUEST'ANNO I WINE LOVER FANNO TAPPA NEL CENTRO DI VERONA
ALLA SCOPERTA DI VINO, CIBO, CULTURA E BELLEZZA

Vinitaly and the City diventa un vero e proprio fuorisalone che, da venerdì 8 a lunedì 11 aprile, dedica al grande pubblico degustazioni di vino e cibo, spettacoli musicali e culturali, dj set e incontri sul tema enogastronomico. Il biglietto costa 12 euro con tre degustazioni vino e due assaggi food.
L'ingresso a Vinitaly, dal 10 al 13 aprile a Veronafiere, è riservato invece solo agli operatori business.

Marrone di Serino IGP22.03.2016

Marrone di SerinoLa zona di produzione del "Marrone di Serino IGP" comprende il territorio amministrativo dei seguenti Comuni: Serino, Solofra, Montoro, S. Michele di Serino, S. Lucia di Serino, S. Stefano del Sole, Sorbo Serpico, Salza Irpina, Chiusano S. Domenico, Cesinali, Aiello del Sabato, Contrada e Forino ricadenti nella Provincia di Avellino e i Comuni di Giffoni Valle Piana, Giffoni Sei Casali, S. Cipriano Picentino, Castiglione del Genovesi e Calvanico ricadenti nella Provincia di Salerno.

Laboratori analisi vini e olio22.03.2016

Modifica decreti di autorizzazione al rilascio dei certificati di analisi nel settore vinicolo e oleicolo:
LabAnalysis S.r.l., in Dolianova
Eurolab S.r.l., in Battipaglia
Consorzio per la tutela dell'Asti, in Isola d'Asti

Ocm Vino promozione sui mercati dei Paesi Terzi20.03.2016

Vino: approvato decreto Ocm promozione nei Paesi terzi.
Martina: 300 milioni di euro per spingere ancora su export

Il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali rende noto che è stato approvato oggi in Conferenza Stato Regioni lo schema di decreto "Ocm Vino promozione sui mercati dei Paesi Terzi".

Montasio Dop16.03.2016

Modifica minore del disciplinare di produzione della denominazione «Montasio», registrata in qualita' di denominazione di origine protetta in forza al regolamento (CE) n. 1107 del 12 giugno 1996

World Wine Web16.03.2016

Vinitaly: nello spazio Mipaaf 'World Wine Web' incontri tra produttori ed esperti Facebook, Twitter, eBay, Amazon, Google e Alibaba

Martina: per far crescere ancora il vino italiano puntiamo sulla sfida digitale

Loading

Home page

Tutti i disciplinari delle denominazioni di origine dei vini italiani

 

› Consorzi di Tutela Dop Igp
› Tutti i prodotti Dop Igp
› Grappa Friulana o del Friuli (scheda tecnica)
Tutti i disciplinari dei vini italiani
› Laboratori analisi vini
› Laboratori anali olio


 


PROPONI LA NOTIZIA

OkNotizie     

 

Immagini e/o testi possono essere tratti dal web. In nessun caso i testi riportati sostituiscono i documenti ufficiali


 

 

Comunicati in evidenza
Vuoi inserire il tuo?

 

10 nuovi vitigni resistenti alle malattieVino: registrati 10 nuovi vitigni resistenti alle malattie
Martina: Italia all'avanguardia sul fronte della ricerca, ora acceleriamo con piano biotecnologie sostenibili
(18/01/2016)

Il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali rende noto che sono stati registrati nel registro nazionale delle varietà di vite 10 nuovi vitigni sviluppati dall'Università di Udine e dall'Istituto di genomica applicata di Udine. Si tratta di 5 uve a bacca bianca e 5 a bacca rossa così denominati:

fleurtai, soreli,  sauvignon kretos,  sauvignon nepis,  sauvignon rytos,  cabernet eidos,  cabernet volos,  merlot khorus,  merlot kanthus,  julius.

La caraeristica principale è la loro maggiore resistenza alle malattie, ottenuta grazie a studi e incroci condotti dal 1998 ad oggi.

"L'Italia si conferma punto di riferimento per la ricerca in campo agroalimentare - commenta il Ministro Maurizio Martina -, ma possiamo fare ancora di più. Gli studi condotti dai centri della Regione Friuli Venezia Giulia dimostrano che abbiamo grandi professionalità, in grado non solo di cogliere le opportunità, ma di anticipare le sfide di mercato. Aver iniziato già nel 1998 un lavoro attento ed efficace su vitigni più resistenti e quindi che contribuiscono alla sostenibilità della nostra agricoltura ne è evidente dimostrazione. Ora siamo pronti a fare un salto di qualità ulteriore, attraverso il nostro piano per lo sviluppo delle biotecnologie sostenibili. Con pratiche come il genome editing e la cisgnesi, infatti, risultati come quelli presentati oggi si potranno ottenere anche in tempi meno lunghi e tutelando la nostra biodiversità con ancora più strumenti. La vite sarà uno dei punti centrali del piano, perché mantenere la leadership in un settore che vale per l'Italia oltre 14 miliardi di euro significa investire con convinzione in ricerca pubblica. Siamo stati protagonisti, insieme alla Francia, del sequenziamento del genoma della vite e ora siamo pronti a sviluppare filoni di studio per ottenere vitigni più resistenti alle malattie, in grado di resistere ai cambiamenti climatici e a salvaguardare il profilo qualitativo delle uve. Sono obiettivi ambiziosi sui quali investiremo a fondo nei prossimi tre anni".

Ufficio Stampa Mipaaf

Consorzio tutela Soave

 

 

 

 

 

Wine Spectator: due Soave tra i "top 100 values".

Sono due i Soave inseriti dall'autorevole testata americana nella rubrica che evidenzia i vini migliori per qualità e valore.
Plasticità della garganega e interpretazione del produttore i criteri d'analisi che emergono.

"I vini non devono essere complicati o costosi: bisogna sapere dove cercarli". Questo l'intento della rubrica "Top 100 values" di Wine Spectator, testata americana di riferimento per il mondo del vino, al cui interno, nell'ultimo numero, compaiono due Soave:

Soave Classico 2013 – Montetondo – sezione rich wines
Soave Classico 2013 – Leonildo Pieropan – sezione light wines

Una doppia presenza che evidenza la "plasticità" della garganega, vitigno madre del Soave, e la forza dell'interpretazione da parte del produttore.
La sezione "light wines" infatti si propone di raccogliere al suo interno i vini ritenuti più freschi e sapidi, "vini bianchi che grazie ad un corpo leggero offrono livelli di acidità e sentori tali da renderli ben abbinabili ai piatti".
Nella sezione "rich wines" invece sono inseriti quei vini che pur ispirandosi ai classici (e costosi)vini di Borgogna presentano un prezzo decisamente più abbordabile, "vini che sanno mostrare freschezza e struttura, nonostante la pienezza del corpo".

Brillano poi nella selezione mensile "Spectator Selection" fatta da dalla prestigiosa rivista altre 7 referenze:

Soave Classico Calvarino 2013 - Leonildo Pieropan – 91 punti
Soave Classico Vignero du Lot 2013 – Inama – 90 punti
Soave Classico La Rocca 2013 – Leonildo Pieropan – 90 punti
Soave Classico Vigneti di Foscarino 2013 – Inama – 89 punti

Soave Classico 2014 – Leonildo Pieropan – 88 punti
Soave Classico San Michele 2014 – Ca' Rugate – 87 punti
Soave Classico Vin Soave 2014 – Inama – 87 punti

«Un risultato particolarmente significativo – sottolinea Aldo Lorenzoni, direttore del Consorzio – perché non ci sono in questa top 100 molte altre referenze italiane. Queste segnalazioni testimoniano la bontà del lavoro che aziende e consorzio stanno facendo sul mercato statunitense. Si tratta di una ulteriore conferma della considerazione che la nostra doc sta riscuotendo su una piazza particolarmente stimolante».

Ufficio Stampa Consorzio Tutela Vini Soave e Recioto di Soave:
Lucia Vesentini
328.4961031 – 045.7681578 - press@ilsoave.com
Sito internet: www.ilsoave.com

Gazzetta Ufficiale

Conferma dell'incarico al Consorzio tutela Vini Oltrepo' Pavese a svolgere le funzioni di tutela, promozione, valorizzazione, informazione del consumatore e cura generale degli interessi di cui all'art. 17, comma 1 e 4, del decreto legislativo 8 aprile 2010, n. 61, per la DOCG "Oltrepo' Pavese Metodo Classico" .....   Leggi tutto

Gazzetta Ufficiale

Conferma dell'incarico al Consorzio di tutela Salva Cremasco, in Crema, a svolgere le funzioni di cui all'art. 14, comma 15, della legge 21 dicembre 1999, n. 526, per la DOP "Salva Cremasco". .....   Leggi tutto

attenzioneSegnalazione di possibile tentativo di raggiro ai danni degli agricoltori

Nei giorni scorsi l'Assessorato dell'agricoltura e risorse naturali ha ricevuto una segnalazione in merito a una telefonata ricevuta da un agricoltore valdostano e inerente all'acquisto di un software che, installato sul pc di casa, permetterebbe di inviare direttamente richieste di finanziamento alla Comunità europea "ai sensi del reg. CE 2003/58", trasmettendo in via telematica fatture di acquisti anche già realizzati e con tassi di aiuto che si attesterebbero tra il 50 e l'80 per cento della spesa.

Premesso che il reg. 2003/58 esiste davvero e descrive i programmi comunitari in maniera molto generica, si presume che alla base della telefonata vi possa essere un tentativo di raggiro, in quanto:

l'adesione a un programma UE a gestione diretta (la formula prospettata all'agricoltore) non avviene attraverso un software, ma con domande scritte o formulate direttamente su portali web della CE, e comunque a seguito di inviti a presentare le domande pubblicati dalla CE stessa;
tra i bandi aperti di recente dall'UE non risultano finanziamenti per gli investimenti in agricoltura;
nessun programma UE ammette il pagamento di fatture relative a investimenti già realizzati, in quanto verrebbe meno il concetto stesso di "aiuto";
le alte percentuali di aiuto prospettate non sono coerenti con alcuno strumento UE a favore del settore agricolo;
all'agricoltore non è stato lasciato alcun contatto telefonico o mail di riferimento.
Si invitano, pertanto, gli agricoltori a porre la massima attenzione a proposte di questo tipo e a contattare, al minimo dubbio, gli uffici dell'Assessorato (0165.275406) o il proprio centro di assistenza agricola.

mercato dei viniMercato dei Vini dei Vignaioli: a Piacenza per conoscere, degustare, acquistare

Tutto pronto a Piacenza per il Mercato dei Vini dei Vignaioli, in programma sabato 28 e domenica 29 novembre a Piacenza Expo.
È la quinta edizione per la mostra-mercato dei produttori associati alla FIVI (Federazione Italiana Vignaioli Indipendenti), la più grande manifestazione di questo genere in Italia, che quest'anno compie un ulteriore passo avanti: 330 espositori provenienti da tutta la penisola (erano 265 lo scorso anno); 10 Artigiani del Cibo, le aziende produttrici di tipicità gastronomiche in abbinamento ai vini; quattro degustazione tematiche condotte dagli stessi vignaioli, già tutte sold out; 400 carrelli pronti per trasportare i vini acquistati. A Piacenza infatti, non solo si potranno conoscere di persona i vignaioli, sentire dalla loro viva voce racconti e storie dei territori e degustare i vini, ma sarà possibile fare acquisti direttamente agli stand.

Nel corso del mercato sarà assegnato il premio Romano Levi per il Vignaiolo dell'anno a Elisabetta Fagiuoli, vignaiola in San Giminiano (Siena). Un riconoscimento conferito da FIVI per la sua incrollabile fede nel valore del territorio, per le energie che ha impiegato nel corso di una vita intera per custodirlo, rispettarlo e promuoverlo. Per l'importanza della sua figura di vignaiola, per il suo essere un punto di riferimento e un esempio prezioso per tutti i vignaioli d'Italia.

Saranno inoltre consegnate le targhe FIVI a nove nuovi punti di affezione. Sale così a 23 il numero di enoteche e ristoranti in tutta Italia che propongono in modo particolare i vini dei vignaioli e che possono esporre lo stemma dell'associazione nel loro locale.
Saranno infine premiate le foto vincitrici del contest #indipendentipernatura, lanciato sui social media da FIVI che ha raccolto 660 scatti in vigna o nella natura. 25 le foto selezionate da una giuria tecnica esposte in Fiera e 5 gli autori premiati con un weekend enogastronomico e bottiglie di vino.
Gli orari di apertura del Mercato dei vini sono: sabato dalle 12.30 alle 20.30 e domenica dalle 11.00 alle 19.00. Ingresso € 15.00 (ridotto € 10 per i soci AIS – FIS – FISAR – ONAV e SLOW FOOD)

fonte http://www.mercatodeivini.it/

franciacorta a firenzeLunedì 23 novembre il Festival Franciacorta si terrà negli spazi contemporanei di E' il loft a Firenze, in Piazza del Carmine. Durante l'intero pomeriggio si svolgeranno banchi d'assaggio, degustazioni guidate e momenti di approfondimento per gli ospiti.

L'appuntamento fiorentino sarà anticipato, sabato 21 novembre dalle 16 alle 19, da un evento "diffuso" presso le rinomate boutique del centro storico della città. Una degustazione esclusiva di Franciacorta in location di prestigio per creare una potente sinergia tra moda, lusso, design e l'eccellenza del Franciacorta, espressione ormai consolidata di stile e italianità. L'appuntamento è stato ideato con la collaborazione del Gruppo Editoriale che edita Firenze made in Tuscany, la rivista Sommelier Toscana dell'AISE oltre ad altre prestigiose pubblicazioni.
I negozi che aderiscono all'iniziativa: Bulgari, Damiani, Pomellato, Dodo, Hogan, La Perla, Ermenegildo Zegna, Diva's Baby, Vertigo, Rolex Fani, Tommy Hilfiger, Braccialini, Rimowa – Gazzarrini, Officina Tornabuoni, Max Mara, Loriblu, Fendi, Richard Ginori, Peserico, Inniu, Ermanno Scervino.

Lunedì 23 novembre le trentanove cantine con le loro etichette proporranno le varie tipologie di Franciacorta dal classico Brut, all'Extra Brut, fino al Satèn, ai Millesimati e alle Riserve. Saranno proprio i produttori delle cantine presenti a condurre i visitatori alla scoperta dei loro Franciacorta e della Franciacorta.
Per gli operatori del settore e per il pubblico di appassionati, o semplicemente curiosi, sarà un'ulteriore occasione per approfondire la conoscenza e il gusto del Franciacorta. Infatti il percorso di degustazione proposto prevede anche digressioni sul metodo produttivo e il territorio di origine.

I seminari di approfondimento:
• Alle 17.00 Franciacorta: il valore del lungo affinamento – una degustazione guidata di Franciacorta Riserva Dosaggio Zero.
• Alle 19.00 Franciacorta per tutti i gusti – degustazione guidata alla scoperta delle diverse tipologie di Franciacorta Brut, Rosè, Satèn.
Ingresso libero, posti limitati, prenotazione obbligatoria. Per informazioni e prenotazioni: eventi@franciacorta.net
Festival Franciacorta a Firenze – 23 novembre 2015 - "È il loft di Firenze"
Dalle 16.00 alle 18.00 – Ingresso riservato a stampa e operatori. Richiesta accredito stampa a: stampa@franciacorta.net
Dalle 18.00 alle 21.00 – apertura a stampa, operatori e pubblico. Ingresso € 15 (soci Ais, Osnav, FIS, Slow Food e Fisar € 10)

Le 39 cantine presenti: Abrami Elisabetta - Antica Fratta - Azienda Agricola Fratelli Berlucchi – Barboglio De Gaioncelli - Barone Pizzini – Bellavista - Berlucchi Guido - Bersi Serlini – Bonfadini- Bosio - Ca' del Bosco – Camossi - Cantina Chiara Ziliani - Castel Faglia Monogram – Castello Bonomi tenute in Franciacorta - Castello di Gussago La Santissima – Cola Battista - Contadi Castaldi – Corte Fusia - Cortebianca - Faccoli Lorenzo – Ferghettina – Gatti Enrico – Il Mosnel - La Montina – La Rotonda - Lantieri de Paratico – Lo Sparviere - Mirabella – Monte Rossa – Montenisa – Quadra - Ricci Curbastro – Ronco Calino – San Cristoforo – Solive – Tenuta Ambrosini - Uberti - Villa Franciacorta.

oliosabinadop

CONSORZIO SABINA DOP

Frodi sull'olio ai danni dei consumatori: facciamo un po' di chiarezza

E' di ieri la notizia che la procura di Torino ha accusato di frode in commercio sette noti marchi oleari. Secondo l'accusa, formulata dal pubblico ministero Raffaele Guariniello, l'olio d'oliva venduto come "Extra Vergine" con i marchi Carapelli, Bertolli, Sasso, Coricelli, Santa Sabina, Prima Donna e Antica Badia, sarebbe in realtà solo "Vergine", ovvero di qualità inferiore.
Tale declassificazione è il risultato delle analisi effettuate sui campioni di bottiglie di tali oli prelevate nei supermercati dai carabinieri dei N.A.S.

In qualità di Consorzio di Tutela dell'Olio Extra Vergine di Oliva a Denominazione di Origine Protetta "Sabina" riteniamo innanzitutto doveroso precisare - qualora potesse esservi qualche dubbio - che il marchio commerciale "Santa Sabina" non ha assolutamente nulla a che fare con noi e che l'utilizzo da parte dell'azienda che ne è proprietaria della denominazione riservata per legge solo ai produttori certificati Sabina DOP, dipende solo da una questione burocratica che, come spesso accade, danneggia il lavoro serio e scrupoloso dei quasi mille produttori che appartengono alla filiera produttiva certificata Sabina DOP.

Il marchio "Santa Sabina" è utilizzato peraltro per immettere in commercio un olio che reca scritto in etichetta "prodotto con oli extra vergini di oliva originari dell'Unione Europea e non" quindi non solo non sabino, ma anche non italiano; se poi sia davvero extra vergine, come riportato in etichetta, lo chiariranno gli inquirenti visto che, dalle analisi effettuate, sembrerebbe non essere tale.

Non usa mezzi termini il Presidente del Consorzio Sabina DOP Stefano Petrucci: "Colavita S.p.A., l'azienda proprietaria del marchio "Santa Sabina" persegue i propri obiettivi commerciali sfruttando l'ambiguità di questo nome e ciò si risolve in un danno al consumatore finale. Lo confermano le numerose e-mail di protesta di cittadini giustamente infuriati che, dalla pubblicazione della notizia relativa all'indagine in corso, stanno arrivando a noi anziché ai veri responsabili.
Esiste però al tempo stesso anche un problema di corretta informazione e consapevolezza: occorre far comprendere a tutti i consumatori che non è possibile pagare l'olio 3 o 4 euro al litro dell'olio e aspettarsi che sia davvero olio extra vergine di oliva di prima spremitura."

cioccoshow a Bologna

CIOCCOSHOW dall'11 al 15 Novembre a Bologna

Blend Cioccolato Bologna, la grande novità del 2015!
Cioccoshow è la più importante manifestazione italiana dedicata al mondo del cioccolato artigianale,
organizzata ogni anno nel cuore del centro storico di Bologna.
Quest'anno la manifestazione si svolgerà dall'11 al 15 novembre concentrando, per cinque giorni, oltre 80
aziende di produzione artigianale di cioccolato che proporranno ai visitatori le più svariate proposte della migliore tradizione cioccolatiera italiana.
Cioccoshow, però, non è solo un evento fine a se stesso. Nel corso di queste 11 edizioni si è trasformato in
un vero e proprio strumento di marketing territoriale grazie alla capacità di attirare oltre 300.000
persone, generando un indotto (diretto di vendite e indiretto sul territorio) di 3 milioni di euro.
Il nucleo di aziende fondatore del marchio Cioccoshow è stato premiato nel 2014 "Ambasciatore del
cioccolato italiano negli USA" in occasione di The Authentic Italian Table, iniziativa organizzata da Unioncamere Nazionale in collaborazione con la Camera di Commercio Italo Americana.
In quell'occasione, assieme a CNA di Bologna e a BF Servizi, Segreteria Organizzativa di Cioccoshow, si iniziò un dialogo per la realizzazione di un blend di cioccolato che potesse rappresentare i profumi ed i sapori della tradizione pasticcera bolognese.
Oggi siamo orgogliosi di poter annunciare che, dopo un'attenta fase di ricerca, test e preparazione nasce il Blend Cioccolato Bologna: un nuovo cioccolato che, grazie alla maestria di Renato Zoia della Pasticceria Eporedia di Bologna, contiene in sé tutte le spezie utilizzate per la produzione del dolce tipico di Bologna, il certosino (o pan speziale). L'abilità del maestro Zoia nel dosare perfettamente le quantità di spezie abbinata ad un particolare blend di cioccolato che contiene minimo il 61% di cacao, si è trasformata in un cioccolato perfettamente equilibrato le cui note speziate emergono delicatamente una ad una man mano che lo si degusta.
 Un risultato veramente eccezionale e mai scontato vista la difficoltà di dover miscelare in modo estremamente equilibrato il cioccolato ad aromi particolarmente profumati.
Il Blend Cioccolato Bologna verrà presentato in anteprima ad EXPO il giorno 14/10 a partire dalle ore 17.30 presso la "La Piazzetta" della Regione Emilia Romagna. Nell'ambito della tre giorni di CNA Bologna verranno affrontate le seguenti tematiche: Food in DOC (come documentare il tema cibo); Food & Innovazione (l'innovazione nella filiera agroalimentare); Food & Comunicazione.
Quest'ultimo, in particolare, è l'ambito all'interno del quale sarà presentato Cioccoshow, come esperienza di valorizzazione della città di Bologna e della produzione artigianale di cioccolato.
Il Blend Cioccolato Bologna, la cui ricetta e il relativo disciplinare di produzione sono depositati presso la CCIAA di Bologna, verrà commercializzato nell'ambito dell'imminente edizione di Cioccoshow. Subito dopo l'anteprima sarà inoltre istituito un contest per ricercare, tramite i canali social della manifestazione, il nome del cioccolatino tipico della nostra città.

Ufficio Comunicazione Ufficio Stampa
Cna Bologna BF Servizi S.r.l.
Maurizio Collina Elena Sabbatini
Tel. 348/602.3310 Tel 347/3186223
E-mail: m.collina@bo.cna.it E-mail: ufficiostampa@bfservizi.it

Franciacorta

"Franciacorta chiude Expo con un brindisi al successo"

I sei mesi dell'esposizione universale si chiudono con 21mila bottiglie servite agli oltre 145mila visitatori del Wine Bar Franciacorta.
Franciacorta, Official Sparkling Wine di Expo Milano 2015, chiude l'Esposizione Universale con la soddisfazione e l'orgoglio dei produttori.
A parlare sono i numeri: più di 145mila visitatori dell'Esposizione hanno visitato il Wine Bar Franciacorta durante i sei mesi, per loro sono state stappate ben 21mila bottiglie. Il Consorzio Franciacorta insieme ai suoi produttori ha raggiunto un grande risultato promozionale, infatti il Wine Bar Franciacorta ha fatturato in questi mesi un milione e mezzo di euro.
Il Franciacorta ha ottenuto il massimo dall'esperienza di Expo Milano 2015 promuovendo le varie tipologie di vino e il suo meraviglioso territorio ad un pubblico variegato. In un'unica occasione, il Franciacorta ha compiuto un lungo e appassionante viaggio per farsi conoscere da differenti culture, nazionalità, provenienze regionali e sociali.

"Siamo davvero molto soddisfatti" afferma il presidente Maurizio Zanella "naturalmente i numeri ci regalano la prima nota positiva, ma soprattutto è stata l'opportunità di incontrare tanti consumatori stranieri, e non, che ci ha gratificati di tutto l'impegno speso in questi mesi. Uscire dal mondo degli addetti ai lavori e degli appassionati e farci conoscere e apprezzare da chi fino ad oggi addirittura ci ignorava, è stato il vero successo della nostra presenza a Expo Milano 2015".

Il Wine Bar Franciacorta lungo il Decumano è stato anche la location di eventi che hanno richiamato l'attenzione di opinion leader, vip, appassionati e un ampio pubblico di curiosi desiderosi di scoprire tutti i segreti del Franciacorta.

Expo Milano 2015 si prepara a chiudere i battenti, e così il Wine Bar Franciacorta. Il patrimonio che rimane è la consapevolezza di avere impresso un forte slancio al lavoro di comunicazione del Franciacorta, lavoro che sarà condotto sempre con maggior consapevolezza e convinzione, considerato l'apprezzamento raccolto durante gli ultimi sei mesi milanesi. Il viaggio del Franciacorta è appena iniziato!

Consorzio per la tutela del Franciacorta
Via G. Verdi 53 - 25030 Erbusco (BS) - R.E. n° 98038800177 - C.F. 98038800177 - P.IVA 01734110982
tel. +39 030 7760477 fax. +39 030 7760467 - www.franciacorta.net - info@franciacorta.net

vignaioli e vini d'Italia 2016 RCS

Corriere della Sera presenta la guida "Vignaioli e vini d'Italia 2016"
Il libro verrà presentato il 26 ottobre alle 18 con i vignaioli e gli autori Luciano Ferraro e Luca Gardini
Milano, 22 ottobre 2015 - Corriere della Sera dedica l'accurata guida "Vignaioli e vini d'Italia 2016"
alla scoperta di duecento cantine e alla storia dei suoi produttori, selezionati dal giornalista Luciano
Ferraro e dal sommelier di fama internazionale Luca Gardini.

Vignaioli e vini d'Italia racconta la storia che si nasconde dietro ogni grande bottiglia, la passione e la
dedizione dietro a ogni bicchiere di buon vino e presenta i volti dei produttori.
Ciascuna cantina viene così raccontata nella guida con una biografia del produttore, una scheda
degustativa dell'ultima annata sul mercato e una serie di informazioni pratiche utili alla visita.

"Vignaioli e vini d'Italia 2016" segue le fortunate edizioni del 2013 e del 2015 e molti sono i nuovi
ingressi tra i 200 vignaioli recensiti: per esempio lo studioso di storia antica che ha resuscitato un vecchio
palmento sull'Etna, i fratelli campioni del Sauvignon friulano, la signora dell'Amarone che vive come
un'artigiana del Rinascimento, il grande produttore che abbatte le case per esaltare il paesaggio, l'eretico
della Franciacorta protagonista di un racconto giallo e la donna che ha inventato il Merlot più caro
d'Italia.
La guida mantiene il proposito di offrire uno sguardo sui grandi nomi ma anche su una produzione meno
conosciuta, quella degli "artigiani della vigna", che tracciano nuovi percorsi olfattivi cercando di superare
"le ovvietà del bicchiere" grazie a una personale ricerca fatta di tradizione ma anche di sperimentazione
con vini biologici e biodinamici.

La guida nasce dalla competenza e dalla passione dei suoi due autori: Luciano Ferraro, capo redattore
del Corriere della Sera e curatore del blog DiVini, premiato dal Comitato Grandi Cru d'Italia come
miglior giornalista d'Italia, e Luca Gardini, sommelier, ha vinto moltissimi concorsi in Italia e all'estero
culminando il suo percorso con il titolo di Miglior Sommelier del Mondo nel 2010. È stato anche
insignito della carica di Ambasciatore Mondiale dell'Enologia.

La conoscenza di nuove cantine coincide anche con nuovi itinerari alla scoperta della varietà del territorio
italiano che viene esplorato e raccontato attraverso la peculiarità di ogni regione.

La guida Vignaioli e vini d'Italia è in edicola dal 26 ottobre a 12,90 euro ed è disponibile nei principali
store in versione ebook a 7,99 euro.
Il libro sarà presentato lunedì 26 ottobre alle 18 nella Sala Buzzati del Corriere della Sera insieme a molti
dei vignaioli recensiti e con gli autori Luciano Ferraro e Luca Gardini.
Durante la presentazione saranno consegnati tre premi: al vignaiolo dell'anno, Beppe Rinaldi, detto
«Citrico», intellettuale agricolo e barolista anarchico da cinque generazioni; al giovane vignaiolo
Giovanni Neri, 23 anni, di Casanova di Neri; e alla vignaiola innovatrice Silvia Maestrelli, la donna che è
riuscita a trasferire i colori del cielo dell'Etna nei vini.
Ufficio stampa Quotidiani RCS MediaGroup
Francesca Marzotto - francesca.marzotto@rcs.it - telefono 02 62824111 - 335 5997198
Beatrice Minzioni - beatrice.minzioni@rcs.it - telefono 02 62824810 - 366 9206986

Tasting Lagrein

Tasting Lagrein.
Due premi non bastano
Alla sua quinta edizione, per la prima volta, si registra un clamoroso ex aequo nella categoria Lagrein "d'annata" tra l'interpretazione di un vignaiolo e quella di una storica cantina produttori. Il riconoscimento "Miglior Lagrein Riserva" premia, invece, la sottozona di Gries.
In contemporanea con Vinea Tirolensis, si sono svolte nell'ambito della fiera Hotel, le degustazioni del premio dedicato al Lagrein. La degustazione comparativa - organizzata in collaborazione con il Consorzio Vini Alto Adige - ha impreziosito il calendario degli appuntamenti dedicati al vino durante la rassegna dedicata all'ospitalità e alla gastronomia.
Anche per questa 5^ edizione, una giuria composta da wine journalist italiani e internazionali, ha decretato il "Miglior Lagrein" e "Miglior Lagrein Riserva" tra una selezione di 60 etichette in degustazione, tutte rigorosamente provenienti dalle cantine del Consorzio Vini Alto Adige.
"Il Lagrein è un vitigno speciale che ha caratteristiche davvero uniche - ha affermato il Presidente di giuria Peter Schleimer, della rivista austriaca VINARIA -. Dobbiamo fare i complimenti in particolare alle aziende per il diligente lavoro in cantina nonostante la complessità dell'annata 2014".
Con un punteggio perfettamente coincidente, la categoria "Miglior Lagrein" assegna il "Lagrein Award" a ben due etichette: il Lagrein DOC 2014 di Ansitz Waldgries, azienda condotta dal vignaiolo Christian Plattner, e il Lagrein DOC Spigel 2013 di Kellerei Kaltern-Caldaro, storica cantina produttori con oltre 400 associati. Nella categoria "Miglior Lagrein Riserva" a trionfare è invece il Lagrein Riserva Grieser DOC Prestige Line 2013 di Kellerei Bozen-Bolzano, cantina che ha riunito le esperienze secolari di Gries e Santa Maddalena. Questi vini saranno disponibili in degustazione durante la quarta giornata di Hotel.
Si chiudono così le giornate del vino di Fiera Bolzano, anche quest'anno punto di riferimento per centinaia di addetti ai lavori. Autochtona, il dodicesimo Forum nazionale dei vini autoctoni che si è svolto il 19 e 20 ottobre, ha confermato le oltre 1.200 presenze registrate nell'edizione 2014, con 120 produttori provenienti da 15 diverse regioni italiane, per un totale di 480 etichette autoctone in degustazione.
Tra gli appuntamenti principali della kermesse la selezione "Autoctoni che passione!" – presieduta quest'anno dal giornalista Pier Bergonzi, vicedirettore de "La Gazzetta dello Sport" – che ha decretato i top wine 2015 tra un parterre di 76 etichette selezionate tra quelle in degustazione. Ottimi risultati anche per "Vinea Tirolensis", l'area dedicata ai Vignaioli dell'Alto Adige.
L'appuntamento con la prossima edizione di Autochtona è a Fiera Bolzano il 24 e 25 ottobre 2016. Un'occasione da non perdere per conoscere, promuovere e valorizzare le produzioni autoctone italiane.
Tutte le informazioni: www.autochtona.it

Any taste of Tuscany

Il Vino Nobile al Fuori Expo [30/10/2015]
Any taste of Tuscany - La Toscana a Milano. Si intitola così la tre giorni che vedrà il Consorzio del Vino Nobile protagonista al Fuori Expo di Milano, proprio nei giorni di chiusura dal 30 ottobre al 1 novembre, insieme alle altre grandi eccellenze del territorio toscano. Ai Chiostri dell'Umanitaria (via F. Daverio 7), sede espositiva in Milano della Regione Toscana, il Vino Nobile sarà tra i vini in degustazione in questa manifestazione che valorizzerà nella città dell'esposizione universale le principali Docg regionali.

Il programma partirà il venerdì 30 ottobre con alcune degustazioni e cooking show, mentre dalle 19 alle 23 si svolgerà il God Save the Wine, un innovativo format di degustazione. Sabato 31 ottobre il programma riprenderà dalle 11 con i banchi di assaggio aperti al pubblico. Alle 16 il famoso critico del vino, Daniele Cernilli, condurrà una degustazione alla scoperta delle principali Docg toscane, tra le quali anche il Vino Nobile. La sera una festa, HalloWine, aperta a tutti fino alle 23. Il programma si concluderà domenica 1 novembre con i banchi di assaggio fino alle 18 e un particolare brunch dalle 11.30 alle 15.30.

Il Vino Nobile è presente ancora anche all'interno del padiglione vino di Expo che in sei mesi ha visto ruotare numerose aziende vitivinicole di Montepulciano.

marroni 2015

Sono tornati a produrre i castagni del Monfenera (Treviso): si stanno raccogliendo marroni di qualità medio alta e di eccellente pezzatura. Si sta andando verso la normalità: si è ancora distanti dalla produzione massima raggiunta una decina di anni fa, attorno agli 800 quintali, ma quest'anno, se tutto andrà bene, si finirà con una raccolta che potrebbe essere dai 400 ai 500 quintali. Nel 2014 si era toccato il fondo: produzione ridotta a poche decine di quintali e di scarsa qualità. La vespa buona (Torymus sinensis) sta sconfiggendo  quella cattiva, la micidiale Dryocosmus kuriphilus, chiamata anche cinipede  galligeno,  che nello scorso anno  ha compromesso quasi il 90 per cento della produzione.   Entrambe le protagoniste di questa lotta  “tra il bene e il male” sono di origine cinese. L'impegno dell'Associazione produttori di Marroni della Marca trevigiana, marroni di Monfenra Igp,  oltre cento soci, della quale è amministratore delegato Renzo Andrighetto sta dando risultati più che soddisfacenti, raggiunti con la preziosa collaborazione del  Servizio fitosanitario della Regione Veneto e dell'Università di Padova. La lotta al Cinipede galligeno, un imenottero fitofago micidiale per il castagno, continua: l'esperienza più che positiva consente di procedere con una maggiore efficacia  negli interventi. Si respira dunque ottimismo tra i castanicoltori: la richiesta è sempre sostenuta, come confermano a OPO Veneto, alla quale fa capo l'Associazione di produttori di marroni del Monfenera,  i cui marroni sono molto stimati per la loro struttura compatta ed omogenea, per la consistente pastosità e per la dolcezza, tutte caratteristiche che  derivano dalle caratteristiche pedo climatiche del  suolo (maggiore quantità di carboidrati, di lipidi e di potassio, e una minore presenza di sodio). Sul Monfenera, estremità orientale del Gruppo del Grappa, in territorio trevigiano, la castanicoltura è documentata sin dalla metà del Trecento.   I castagni erano custoditi ed amorevolmente coltivati sia per i frutti che per il legno. Era una attività bene  disciplinata e redditizia. Castagne e marroni raggiungevano i mercati di Treviso e di Venezia. La lotta “naturale”  alla terribile vespa cinese, grazie alla forza sopraffattrice della sua antagonista, “amica delle castagne”, il Torymus,  è condotta con successo anche in altre aree della Pedemontana e delle colline  del Veneto, dove esiste una tradizionale  coltivazione del castagno.

Angelo Squizzato

fonte  www.ortoveneto.it

Vini Alto Adige

TOP OF VINI ALTO ADIGE: A BOLZANO VANNO IN SCENA I VINI PREMIATI DALLE GUIDE 2016
Venerdì 20 novembre il Parkhotel Laurin di Bolzano aprirà le porte ad appassionati e operatori. In degustazione le etichette dell'Alto Adige premiate dalle più note guide del settore.
(Bolzano, 15 ottobre 2015) I migliori vini dell'Alto Adige, pronti da degustare, tutti insieme in un'unica suggestiva location. È questa l'allettante proposta di "Top of Vini Alto Adige", il tradizionale evento rivolto ad appassionati e professionisti del settore, che permette di scoprire i vini del territorio che hanno ricevuto i massimi riconoscimenti dalle edizioni 2016 delle guide più importanti in Italia.
Top of Vini Alto Adige, che quest'anno giunge alla sua quinta edizione, si terrà venerdì 20 novembre nelle sale dello storico Parkhotel Laurin, nel cuore di Bolzano. Dalle ore 14.00 alle ore 21.00, un grande banco d'assaggio lascerà parlare i veri protagonisti dell'evento: i vini "top" dell'Alto Adige. Una fotografia unica della produzione altoatesina, vista attraverso la lente di ingrandimento della critica italiana e delle sue guide di riferimento, che anche quest'anno hanno assegnato un numero importante di premi ai vini del territorio. L'Alto Adige, un angolo vitato incastonato ai piedi delle Alpi italiane, è caratterizzato da poco più di 5300 ettari di vigne ma è in grado di offrire un ventaglio di interpretazioni: dai vini bianchi d'annata e con più anni di affinamento ai grandi rossi da uve autoctone e internazionali, dagli eleganti e suadenti passiti alle incisive e fragranti bollicine.
Ad oggi sono già ufficiali alcuni dei riconoscimenti assegnati dalle guide 2016 a vini altoatesini: le 18 Corone della guida Vinibuoni, i 27 Tre Bicchieri del Gambero Rosso, le 18 Eccellenze de L'Espresso, le 12 Super Tre Stelle di Veronelli e le 20 Quattro Viti della guida Vitae. A questi si aggiungono i 13 Vini Slow, 11 Grandi Vini e 9 Vini Quotidiani riconosciuti da Slow Wine, che ha inoltre assegnato 7 Chiocciole ad altrettante aziende altoatesine, che si sono distinte per il loro modo di interpretare valori (organolettici, territoriali, ambientali e identitari) in sintonia con Slow Food. Infine, sono 14 i Faccini attribuiti ai vini dell'Alto Adige dalla Guida Essenziale di Doctor Wine. La stessa guida ha assegnato il massimo riconoscimento, le Tre Stelle, a 6 cantine del territorio insieme a un premio speciale, quello della categoria "L'enologo dell'anno", che è andato non a un singolo produttore quanto ad un'intera categoria dell'Alto Adige, i Kellermeister. La lista completa di tutte le eccellenze premiate verrà ultimata proprio in queste settimane con le 5 Sfere di Sparkle e i 5 Grappoli di Bibenda ed andrà a costituire la "rosa" delle etichette che sfileranno a Top of Vini Alto Adige.
Anche quest'anno saranno i sommelier dell'Associazione Italiana Sommelier dell'Alto Adige a coordinare e organizzare il banco di assaggio, preziose guide a disposizione degli ospiti per conoscere e approfondire le tante caratteristiche dei vini in degustazione. Uno squisito buffet a base di formaggi e speck delizierà il palato tra una degustazione e l'altra.
L'appuntamento si concluderà all'insegna dell'allegria e del divertimento: a partire dalle ore 21.00, è infatti in programma una serata a base di spumante Alto Adige con musica dal vivo, presso il bar interno del Parkhotel Laurin. 
L'appuntamento con "Top of Vini Alto Adige" è dunque a Bolzano, presso il Parkhotel Laurin, dalle 14 alle 21.
L'evento è aperto al pubblico previo acquisto biglietto al costo di 20 €.
Per ulteriori informazioni: www.vinialtoadige.com
Contatti stampa
Alice Camellini
E. alice.camellini@fruitecom.it
T. 059-7863894 - M. 340-6576207
Per ulteriori informazioni: www.vinialtoadige.com

Consulta nazionaleAl via la Consulta Nazionale del Vino Italiano
Unire le forze per elaborare progetti concreti che promuovano il patrimonio vitivinicolo italiano coinvolgendo prima di tutto le giovani generazioni.
È con questo obiettivo che nasce la Consulta Nazionale del Vino Italiano (Co.N.V.i.), presentata questa mattina nello Slow Food Theather a Expo 2015. A fare gli onori di casa il vice presidente di Slow Food Italia, Lorenzo Berlendis: «Il progetto è nato dalla collaborazione tra le principali associazioni legate al settore vitivinicolo nazionale. Una novità assoluta, dal momento che mai prima d'oggi i rappresentanti delle diverse fasi della filiera si erano uniti in un progetto comune senza interessi di categoria, ma anche un importante stimolo in un momento in cui in Italia il consumo pro capite di vino negli ultimi 50 anni è sceso da 100 a 46 litri. Sempre più feticcio di ambienti ristretti, il vino ha perso il suo ruolo nutrizionale e il suo posto sulle nostre tavole, soprattutto per le giovani generazioni».

Leggi tutto

Doc ProseccoSi rafforza l'attività di tutela a favore del PROSECCO DOC
La DOC PROSECCO ENTRA IN ORIGIN


Treviso, 19 Ottobre 2015. Il Consorzio di tutela della DOC Prosecco entra a far parte di ORIGIN, potente coalizione mondiale dei Consorzi di tutela delle Indicazioni Geografiche con sede a Ginevra.
obiettivo del Consorzio: intensificare con tale adesione l'efficacia delle azioni di tutela sfruttando una rete avviata di relazioni, progetti, esperienze nel controllo delle Indicazioni di Origine (I.G.).
Stefano Zanette, Presidente del Consorzio di tutela della DOC Prosecco commenta "Siamo entusiasti di espandere le nostre relazioni internazionali lavorando con questa organizzazione che dal 2003 opera a livello locale e internazionale con campagne mirate ai responsabili decisionali, ai media e al grande pubblico, contribuendo a preservare la qualità e la tradizione dei vini provenienti da una determinata zona, favorendo al contempo lo sviluppo del settore produttivo e
intensificando l'attività di tutela e controllo già praticata dal nostro Consorzio.

Leggi tutto

elio rino de candidoIl taumaturgo della cucina Excelsior
Tradizione ladina, ricette leggere e plasmate sulle esigenze degli ospiti. Elio Rino De Candido è il re dei fornelli dell'Excelsior ****S Mountain | Style | Spa | Resort di San Vigilio di Marebbe (BZ), dove i piatti più semplici sono sempre i più buoni.

Il suo mantra è dare valore alle tradizioni, portando in tavola antiche ricette ladine e specialità alpine, ma riproponendole con creatività ed un tocco tutto personale. Elio Rino De Candido è il taumaturgo della cucina d'autore dell'Excelsior ****S Mountain | Style | Spa | Resort di San Vigilio di Marebbe (BZ), tempio raffinato dell'ospitalità nell'universo dolomitico. A San Vigilio c'è il cuore della tradizione ladina, che si ritrova anche nell'artigianato e nelle usanze, e così lo Chef De Candido, considerato uno dei migliori d'Italia e nominato Masterchef dalla WACS (World Association of Chef Societies), impasta con dedizione canederli con prodotti freschi di stagione (per esempio i canederli di formaggio grigio su verza stufata o di ricotta ripieni di prugne della Valle d'Isarco su zuppetta di mele), mette in risalto carni della macelleria locale, e prepara ricette leggere con materie prime della zona plasmate sulle esigenze particolari degli ospiti, nella consapevolezza che i piatti più semplici sono sempre i più buoni da gustare. Nella splendida sala panoramica del Resort, dagli interni in legno e dallo stile alpino ricercato, vengono servite ogni giorno le ricette più variegate, sia nel menu che nel buffet a disposizione dei visitatori. Le attenzioni per i piaceri del palato sono talmente meticolose, che i piatti sono contrassegnati da piccoli simboli che indicano il basso contenuto calorico, o la mancanza di glutine e di lattosio, se si tratta di pietanze vegetariane o vegane. Così, dopo una giornata sulle piste tra Plan de Corones e il Sellaronda (le funivie sono proprio davanti alla struttura), o le escursioni nella natura delle Dolomiti, il ristoro preferito è assicurato.
Elio Rino De Candido, che è nato a Belluno, ha cominciato la sua carriera in cucina nell'azienda di famiglia nel 1972, per poi diplomarsi all'istituto Alberghiero di Falcade (BL) ed intraprendere una virtuosa esperienza in diversi hotels. Dal 1984, quando è stato nominato Chef, ha avuto ruoli di prestigio e riconoscimenti nazionali ed internazionali. Delizia i buongustai dell'Excelsior ****S Mountain | Style | Spa | Resort di San Vigilio di Marebbe (BZ) dal 1991.

Per informazioni: Excelsior Resort ****S
Mountain l Style l Spa l Resort
Via Valiares, 44 - 39030 San Vigilio di Marebbe (BZ)
Tel. 0474501036
E-mail: info@myexcelsior.com
Sito web: www.myexcelsior.com

Ufficio stampa -> http://www.ellastudio.it

 


NOVITA

NOVITA

NOVITA

Inizio pagina |Tv15 è un sito amatoriale creato da appassionati dei vini italiani. Pertanto i riferimenti riguardanti le informazioni riportatesono tratte principalmente dal web. Per errori o informazioni incomplete Vi preghiamo di darcene comunicazione per modificarle non appena possibile | Note legali | Powered by CMSimple_XH | Template by w.scharff